Giovedì, 29 Luglio 2021
Gallipoli

Gallipoli impone il pari in casa della capolista Ancona

Due volte in vantaggio, la squadra salentina si fa raggiungere da un gol viziato da un fallo di mano. Finisce 2 a 2 ed il Gallo esce fra gli applausi dei suoi sostenitori

Il Gallipoli risponde alle critiche piovutegli addosso dopo la sconfitta di Lucca, apice di una serie di prestazioni poco convincenti quanto meno sotto il profilo del risultato. Al Del Conero l'attende l'Ancona, capolista in solitaria del girone. Bonetti schiera la classica linea difensiva con Molinari che riprende il posto accanto ad Antonioli. A centrocampo c'è Russo insieme a Correa e Monticciolo con Cimarelli sulla linea avanzata insieme a Cigan e Di Gennaro. L'avvio è al cardiopalma: dopo neppure un minuto il direttore di gara concede un calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo di Monticciolo. Sul dischetto va il bomber biancorosso Mastronunzio che si fa ipnotizzare da Rossi che blocca la sua conclusione.

Sul capovolgimento di fronte Cigan viene atterrato dal portiere in uscita e l'arbitro concede il penalty anche al Gallipoli: Di Gennaro non sbaglia e realizza sua settima segnatura in campionato. I giallorossi destano un'ottima impressione, mettendo grande personalità e verve fisica sul terreno di gioco. Sembrano maturare i tempi per affondare il raddoppio quando ecco l'immancabile distrazione difensiva: De Sousa vince il rimpallo, si allarga e in scivolata riesce ad incrociare sul palo lungo. Il Gallipoli non demorde e riprende a costruire gioco: si segnala il solito Di Gennaro che protegge egregiamente la sfera prima di farsi ribattere il destro a botta sicura.

La ripresa si apre con due sostituzioni nelle file joniche: dentro Horvath e Stentardo per Monticciolo e Cimarelli. E' proprio l'ungherese a regalare il punto del nuovo vantaggio alla squadra di Bonetti, con un esterno destro di pregevole fattura da fuori area sul quale Guarna non può nulla. L'Ancona accusa il colpo e rimane in dieci in virtù della doppia ammonizione comminata a Fanucci, ma nonostante tutto i marchigiani pervengono al pareggio, contestato dai giallorossi. Mastronunzio stoppa a seguire con l'avambraccio e batte Rossi, per il direttore di gara è tutto regolare. La superiorità numerica svanisce quando Horvath si fa cacciare per un inutile fallo. L'ultimo sussulto è di Di Gennaro, che sfonda per vie centrali tra i due stopper biancorossi, ma il suo tocco di esterno termina largo. Un buon pareggio contro un avversario di livello, importante soprattutto per la risposta di carattere che il Gallipoli ha saputo dare in un momento non felicissimo. Se ciò non bastasse, i giallorossi sono usciti dal Del Conero tra gli applausi dei sostenitori salentini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallipoli impone il pari in casa della capolista Ancona

LeccePrima è in caricamento