Sabato, 19 Giugno 2021
Gallipoli

L’associazione Gallipoli attiva ha incontrato il sindaco sul problema rifiuti ed ecotassa

Una delegazione, composta da Massimo Potenza, Eugenio Franco Palumbo, Elisabetta De Martino e Giovanni Stifani, in rappresentanza dell'Associazione Gallipoli Attiva ha incontrato il Sindaco Stefano Minerva ed il vicesindaco con delega all'ambiente Cosimo Alemanno per discutere sull'ormai annoso problema della raccolta dei rifiuti ed il relativo bando di gara.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Il 14 marzo una delegazione dell'associazione Gallipoli Attiva ha incontrato il sindaco Stefano Minerva e il suo vice Cosimo Alemanno, con delega all'ambiente, per trattare la spinosa questione dell'appalto del servizio di igiene urbana e raccolta rifiuti. Il Bando di gara, ricordiamo, era stata vinto dalle ditte Gial Plast di Taviano e Camassa Ambiente di Bari. Essendo quest'ultima, però, oggetto di un'interdittiva antimafia, il Comune ha ottenuto da pochi giorni dall'ANAC, Autorità Nazionale Anticorruzione, la conferma che la ditta Gial Plast ha la facoltà di scindere il legame con la Camassa a favore di una nuova impresa e procedere con il relativo servizio di igiene urbana. Il Comune auspica che il nuovo bando entri a regime prima della stagione estiva, in modo da assicurare un servizio più efficiente ai cittadini. È infatti previsto che già nel primo anno si passi a una quota di raccolta differenziata pari al 50 percento, da raggiungere tra l'altro con la raccolta della frazione organica e l'utilizzo di sacchetti con codice a barre.

Gli amministratori del Comune ci hanno fatto sapere che sono previsti anche controlli più intensi che saranno svolti da vigili ambientali, dopo le multe elevate nelle scorse settimane a chi abbandonano rifiuti per strada, oltre ad una più stretta lotta all'evasione, e la possibilità che nell'ecocentro possano essere conferiti altri generi di rifiuti rispetto a quelli attuali, come ad esempio materiali edili risultanti da piccole demolizioni, in modo che questo tipo di rifiuto, quello che più sovente viene abbandonato indiscriminatamente, venga smaltito correttamente.

L'associazione Gallipoli Attiva seppure le intenzioni di questa amministrazione siano apprezzabili, propone alcune migliorie che ritiene fondamentali per incrementare la raccolta differenziata ed incentivare le buone pratiche dei cittadini. E' prioritario iniziare il servizio di igiene urbana prima della stagione estiva affinché nel corso dell'anno si raggiungano gli obiettivi minimi per evitare alle casse comunali il fardello dell'ecotassa che nel 2016 ha pesato sui cittadini per un totale di circa 400.000 euro. Inoltre, si ritiene necessario l'inserimento della tariffa puntuale in modo da rappresentare un ulteriore stimolo per i cittadini di Gallipoli, essendo un meccanismo premiale che consentirebbe riduzioni della TARI sulla base di due coefficienti di virtuosità che fanno riferimento all'utilizzo della pratica del compostaggio e alla quantità della frazione differenziata conferita.

Questa proposta di Gallipoli Attiva agevolerebbe il sistema di raccolta porta a porta quale unico modello in grado di assicurare la perfetta misurazione della quantità di rifiuti, residui e differenziati, prodotta da un'utenza, ed è agli antipodi rispetto a quanto previsto dall'attuale amministrazione che, invece, intende ridistribuire indistintamente a tutti i contribuenti il risparmio derivante dall'innalzamento della percentuale di rifiuto differenziato. E evidente che una simile ripartizione non premia coloro che effettuano una corretta e virtuosa raccolta differenziata e non penalizza i furbi che non la effettuano affatto. Auspichiamo che, anche grazie all'attivismo della nostra associazione e ai controlli che attueremo scrupolosamente, questa amministrazione dia seguito a quanto dichiarato e promesso e non rimangano solo i buoni propositi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’associazione Gallipoli attiva ha incontrato il sindaco sul problema rifiuti ed ecotassa

LeccePrima è in caricamento