Martedì, 3 Agosto 2021
Gallipoli

Non ci sono gravi indizi di colpevolezza. Scarcerato 51enne gallipolino

Revocati oggi nell’udienza di convalida gli arresti domiciliari per Adriano Carrozza fermato dai carabinieri e accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In cucina erano stati trovati 70 grammi di hashish

GALLIPOLI - E’ stato scarcerato a seguito del responso odierno nell’udienza di convalida dell’arresto, dal gup Annalisa De Benedictis, per mancanza di gravi indizi di colpevolezza. E quindi ad Adriano Carrozza, 51enne gallipolino, sono stati revocati gli arresti domiciliari disposti sabato scorso dal magistrato di turno Emilio Arnesano.   

I carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Gallipoli avevano fermato l’uomo, qualche giorno addietro, davanti alla sua abitazione. Dopo aver effettuato una  perquisizione personale e dell’auto, i carabinieri in borghese erano entrati anche nella sua abitazione e in un pensile della cucina, avevano rinvenuto 70 grammi di hashish, suddivisi in tre pezzi, oltre ad uno spinello già confezionato e materiale per il taglio e il confezionamento, una piantina di marijuana e diversi semi di cannabis.

Condotto presso gli uffici della compagnia di Gallipoli per le formalità di rito erano stati disposti gli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nell’udienza di oggi in tribunale, Adriano Carrozza, difeso dal legale Pompeo Demitri, ha dimostrato che quel quantitativo di droga non era destinato ad attività di spaccio.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non ci sono gravi indizi di colpevolezza. Scarcerato 51enne gallipolino

LeccePrima è in caricamento