Lunedì, 14 Giugno 2021
Gallipoli

Un nuovo Comitato scientifico d’eccellenza per la 48^edizione del Premio Barocco

Il patron Cartenì ha reso noto il Comitato che organizzerà il convegno nazionale e sceglierà i premiati. Ne fanno parte Zara, Fazio, Cristante, Corleto, Villani, Quinto e De Jaco

Una precedente edizione del Premio Barocco

GALLIPOLI – Si rimette in moto la macchina organizzativa del Premio Barocco del patron Fernando Cartenì, che quest’anno celebrerà la sua 48esima edizione, e che sulle sponde gallipoline tornerà a consegnare i prestigiosi riconoscimenti della galatea salentina, opera forgiata dal maestro Egidio Ambrosetti, alle personalità e alle eccellenze nazionali e internazionali. Numerose ed eccelse le personalità del mondo della scienza e dello spettacolo, dell’imprenditoria e dell’arte che, nel corso degli anni, hanno calcato le scene di uno dei più attesi appuntamenti mediatici a livello nazionale.

Un lavoro di selezione e scrematura dei premiati affidato come sempre al Comitato scientifico legato al premio, composto da rappresentanti del mondo dell’arte, dello spettacolo e della cultura in genere, che proprio in questi giorni si è rinnovato nelle sue componenti conservando il suo filo conduttore con l’Università del Salento e affidando le redini nelle mani del patron Cartenì e del rettore Vincenzo Zara.   Del nuovo Comitato scientifico fanno parte anche Domenico Fazio, prorettore vicario e professore ordinario di storia della filosofia dipartimento di studi umanistici dell’Università del Salento, Stefano Cristante, associato di sociologia di processi culturali e comunicativi del dipartimento di storia, società e studi sull'uomo, e gli avvocati Pasquale Corleto, Maurizio Villani, Francesco De Jaco e Pietro Quinto.

Fondamentale il ruolo del Comitato nella definizione dei punti cardine dell’evento, primo fra tutti l’organizzazione del tradizionale convegno nazionale, evento di punta del bouquet di manifestazioni legate al Premio Barocco. “Il rinnovo del Comitato scientifico rappresenta sempre un momento delicato” commenta il patron Fernando Cartenì, “ma rimane un’occasione unica di nuovo entusiasmo. Ricominciare con partner sempre eccellenti rappresenta una stimolante sfida che ben volentieri intraprendiamo, con voglia di fare e grande responsabilità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo Comitato scientifico d’eccellenza per la 48^edizione del Premio Barocco

LeccePrima è in caricamento