Mercoledì, 28 Luglio 2021
S.M. Leuca

Bimba morta nel sonno, il medico legale conferma la tragica fatalità

Dall'esame conferito dalla Procura allo specialista è emerso che la causa del decesso è compatibile con un'asfissia causata da rigurgito, come diagnosticato dal personale medico intervenuto per salvare una bambina di Tiggiano

L'ospedale "Panico" di Tricase.

 

LECCE – E’ stata quasi certamente una tragica fatalità a causare la morte di una bimba di poco meno di due anni di Tiggiano, soffocata da un rigurgito martedì sera mentre si trovava a casa con i genitori. Il magistrato di turno, il sostituto procuratore della Repubblica di Lecce, Stefania Mininni, ha conferito al medico legale Alberto Tortorella l’incarico di eseguire un’ispezione cadaverica della piccola.

Dall’esame sarebbe emerso che la causa del decesso è compatibile con un’asfissia causata da rigurgito, come diagnosticato dal personale medico intervenuto per salvare la bambina. La bimba, alle prese da alcuni giorni con un forte raffreddore, è stata colta da malore nel sonno. A nulla sono valsi i disperati tentativi dei genitori di salvarla e la chiamata al 118.

La coppia ha anche provato, per guadagnare tempo, raggiungere con la propria auto l’ospedale di Tricase, incrociando l’ambulanza, che ha poi preso a bordo la piccola. I medici del pronto soccorso dell’ospedale “Panico”, però, non hanno potuto far altro che costatare il decesso. Sul posto, per gli accertamenti di rito, anche i militari dell’Arma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta nel sonno, il medico legale conferma la tragica fatalità

LeccePrima è in caricamento