S.M. Leuca

Il pm dà l'ok al dissequestro nello storico ristorante "Lo Scalo"

Sigilli rimossi. Presentata dalla difesa una consulenza tecnica per il ripristino dei luoghi. Gli interventi saranno supervisionati dalla guardia costiera e da un geologo nominato dalla Procura

NOVAGLIE – Sono stati rimossi i sigilli alle pertinenze dello storico ristorante “Lo Scalo” di Novaglie, marina di Gagliano del Capo, e già questa mattina s’è svolto un primo sopralluogo in vista dei lavori che consentiranno di ripristinare lo stato dei luoghi nel più breve tempo possibile.

Il pm Roberta Licci, dunque, nelle scorse ore ha accolto l’stanza presentata dagli avvocati Rocco Vincenti e Cesare Elia, per conto del titolare dell’attività commerciale. Questi avevano chiesto il dissequestro di tutte le opere finite sotto la lente della guardia costiera, proprio per consentire il ripristino dello stato dei luoghi, allegando una consulenza tecnica nella quale erano state indicate in modo molto dettagliato le modalità d’intervento riguardanti, fra l’altro, anche una porzione della scogliera.

Il dissequestro è stato quindi predisposto, ovviamente assoggettandolo ai lavori che dovranno avvenire sotto la supervisione della capitaneria di porto gallipolina e di un geologo indicato dalla stessa Procura, il quale già questa mattina s’è recato a Novaglie.

Le irregolarità erano state rilevate la mattina del 23 marzo scorso e riguardavano in particolare alcune intelaiature metalliche, installate in un tratto di costa di pregio naturalistico, a picco sul mare, con pedane per la posa di strutture balneari.  

Le contestazioni erano state avanzate dopo aver preso visione della documentazione, tanto da comportare il sequestro penale di circa 100 metri quadrati di superficie demaniale marittima. Secondo la guardia costiera, per collocare quell’intelaiatura, la roccia sottostante era stata livellata in diversi punti. Sulla scogliera, inoltre, era stata realizzata una doccia impiegando tubazioni e materiale cementizio in assenza delle autorizzazioni obbligatorie.

I militari avevano anche rilevato altri interventi non autorizzati, tra cui celle frigorifere, congelatori e impianti vari a servizio del ristorante. Anche per quelle che in gergo tecnico vengono chiamate "innovazioni", sulla scorta della consulenza, è scattato il dissequestro.   

La vicenda aveva suscitato un certo clamore anche per via della notorietà del ristorante, uno dei più famosi del Salento. Sorge in una zona particolarmente suggestiva della costa, accanto al porticciolo di Novaglie, in un’insenatura a picco sul mare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pm dà l'ok al dissequestro nello storico ristorante "Lo Scalo"

LeccePrima è in caricamento