rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Le buone pratiche

Anche a Lecce in arrivo sei eco-compattatori. Nuova spinta per la differenziata

Grazie alla convenzione con il consorzio Coripet l’amministrazione è pronta a lanciare la nuova campagna ambientale. Gli uffici comunali stanno individuando i luoghi dove installare i raccoglitori delle bottiglie. Buoni sconto per i cittadini in cambio dei conferimenti

LECCE - Un ulteriore ausilio per spingere la raccolta differenziata e incentivare le buone pratiche per il corretto conferimento dei rifiuti. Il Comune di Lecce ha infatti sottoscritto un accordo con Coripet che prevede l'installazione di sei eco-compattatori, grazie ai quali i cittadini potranno restituire, dopo il consumo, le proprie bottiglie in plastica pet (termoplastica riciclabile al 100 per cento che può essere ripetutamente trasformata in nuove bottiglie) con la possibilità di ricevere in cambio un incentivo.

Il settore Ambiente è  al lavoro per individuare i siti adatti ad ospitare i nuovi raccoglitori sul suolo pubblico.

L'iniziativa parte dalla volontà dell'amministrazione comunale di contribuire al raggiungimento dei nuovi e sfidanti obiettivi introdotti dalla direttiva dell'Unione Europea sulla raccolta e il riciclo delle bottiglie in pet che prevede livelli di raccolta pari ad almeno il 77 per cento di quelle messe sul mercato entro il 2025 e ad almeno il 90 per cento entro il 2029.

Secondo la direttiva, inoltre, dagli anni 2025 e 2030 le bottiglie nuove dovranno contenere rispettivamente almeno il 25 per cento e il 30 per cento di pet riciclato idoneo al diretto contatto alimentare.

“I vantaggi dell'adozione di eco-compattatori sul territorio comunale consistono innanzitutto nell'abbattimento dell'utilizzo delle materie prime che, negli ultimi cinque anni, è stato del 66 per cento grazie al riciclo del pet, traducendosi anche in un minor consumo di energia” spiega l'assessora all'Ambiente, Angela Valli, “a breve partirà la campagna di comunicazione su questa iniziativa per sensibilizzare i cittadini a usare gli eco-compattatori per le bottiglie in pet compiendo un gesto a favore dell'ambiente: quelle bottiglie, separate fin dall'origine dagli altri flussi di materiali non omogenei, entreranno in una filiera tracciata ben precisa alla fine della quale il risultato sarà una nuova bottiglia. Ogni cittadino che contribuirà verrà premiato con un sistema di incentivi perché eviterà la produzione di nuova plastica”.

L’iniziativa sposata dal Comune di Lecce richiama l’accordo quadro che l'Anci con Coripet, un consorzio pubblico senza scopo di lucro che ad oggi gestisce l'unico sistema di responsabilità estesa del produttore specifico per le bottiglie di pet.

Nell'ambito di questo accordo quadro, il Comune di Lecce ha stipulato una convenzione con Coripet, mettendo a disposizione i siti su superficie pubblica per l'installazione degli eco-compattatori senza oneri a proprio carico a parte l'allaccio alla rete elettrica e il consumo di energia, mentre il Consorzio si impegna ad acquistare, installare e gestire a proprie spese, gli eco-compattatori comunicando semestralmente agli uffici comunali i dati relativi ai quantitativi di bottiglie in pet intercettati con questo sistema che si andranno a sommare ai dati del resto della raccolta differenziata.

I cittadini che conferiranno il proprio pet negli eco-compattatori, otterranno in cambio, oltre alla soddisfazione di fare una buona azione per l'ambiente, un incentivo: tutti i raccoglitori infatti, saranno dotati di un sistema di raccolta punti, tramite tessera fisica o, più probabilmente, un'app, per ottenere buoni sconto dalle aziende locali che li hanno attivati a fronte di un minimo di spesa ma anche sconti aggiuntivi grazie alla collaborazione di Coripet con un network di partner nazionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Lecce in arrivo sei eco-compattatori. Nuova spinta per la differenziata

LeccePrima è in caricamento