Sotto l'Obelisco una batteria da 200 colpi: cosa non si fa per la visibilità

Poco dopo la mezzanotte il manufatto pirotecnico posizionato sul basamento del monumento. L'esplosione dei "botti" ha colto di sorpresa passanti e residenti. Tra i precedenti, quelli nell'Anfiteatro Romano

La batteria ancora ai piedi dell'Obelisco.

LECCE - Una batteria di fuochi d'artificio da 200 colpi è stata posizionata sul basamento dell'Obelisco poco dopo la mezzanotte. L'accensione ha colto di sorpresa i conducenti di passaggio, gli avventori dei locali che si trovano nei paraggi e i residentei della zona: lo spettacolo pirotecnico è andato avanti per qualche minuto per il compiacimento di chi aveva avuto la pensata.  

L'abitudine di festeggiare qualsiasi cosa a suon di "botti" - dai battesimi alla fine dell'anno scolastico, dalle lauree ai matrimoni  - si sta diffondendo con sempre maggiore disinvoltura senza il minimo rispetto nemmeno per i siti di interesse storico: più volte sono stati segnalati episodi del genere anche all'interno dell'Anfiteatro Romano, in piazza Sant'Oronzo. Per quanto si tratti di prodotti omologati e commerciabili, l'accensione deve avvenire sempre in condizioni di sicurezza che certo non possono esserci nel centro di un incrocio urbano.

Per la cronaca: questa mattina alle 10 il contentiore della batteria era ancora lì: difficile del resto pensare che possa avere un sussulto di senso civico chi spara fuochi d'artificio in piena città e sotto un monumento vecchio oramai di quasi due secoli (costruito nel 1822).

Una volta si attendeva la festa patronale per ammirare il gioco di luce e di colori, da un po' di tempo a questa parte si tende a ricorrere ai fuochi d'artificio come spettacolarizzazione di molti aspetti della vita privata, in una rincorsa spasmodica alla visibilità. Ma l'uso dei fuochi d'artificio ha anche altri significati: la criminalità, quella di stampo camorristico lo insegna, ne fa uso per festeggiare l'arresto o l'uccisione di un rivale importante, oppure per segnalare l'arrivo o l'esaurimento di una partita di droga. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento