Nel Salento 121 nuovi casi. A Corsano chiusi il Comune e le sedi scolastiche

Bollettino del 12 novembre: in tutta la regione 1.434 i tamponi positivi al Covid-19, le persone decedute sono 39. Il primo cittadino del piccolo centro salentino sospende le lezioni in presenza

LECCE – Mille e 26 tamponi in più registrati nel sistema regionale rispetto dal dato precedente,che era pari a 7.913, con un incremento di 112 esiti positivi per un totale di 1.434.

Il bollettino epidemiologico della Puglia riporta dunque un tasso del 16 percento tra positivi e test effettuati (ma del 27 percento se si escludono i tamponi ripetuti), con 121 nuovi casi confermati in provincia di Lecce. Molto pesante il dato dei decessi, ben 39, di cui uno nel Salento (totale 935).

L’incremento dei guariti è di 239 unità (totale 8.252), quello dei ricoverati di 75 (totale 1.338). In terapia intensiva risultano oggi 145 pazienti (ieri 142). Gli attuali positivi in Puglia sono 21.255, più dei due terzi del totale dei casi confermati dall’inizio dell’epidemia.

Leggi il bollettino del 12 novembre

Intanto si moltiplicano i provvedimenti restrittivi da parte dei sindaci: nello specifico del Salento si tratta dei piccoli comuni che solo di recente si stanno realmente misurando con l’impatto dell’epidemia. È il caso di Corsano, dove nelle scorse ore il sindaco, Biagio Raona, ha adottato una serie di misure di urgenza: nel suo comune i casi di positività sarebbero ora sei, mentre nell’ultimo report di Asl Lecce (del 6 novembre) ne erano indicati due.

“Sono spiacente di comunicarvi - ha scritto il primi cittadino - che nelle ultimissime ore la situazione epidemiologica del nostro paese è notevolmente cambiata. In via ufficiosa vi informo che i casi di positività accertata sono aumentati e interessano cittadini di diverse fasce d’età ed impegnati in diversi ambiti lavorativi. Pertanto, per la sicurezza di tutti noi, si è deciso di richiudere le scuole, materne, elementari e medie, sino a data da destinarsi, ed il municipio riaprirà lunedì. Tutte le strutture saranno oggetto di sanificazione”.

La comunicazione si conclude con un duplice appello: uno ai cittadini alle prese con l’infezione, perché siano loro stessi a informare i contatti diretti recenti della necessità di mettersi in quarantena nell’attesa di un tampone, l’altro ai contatti affinché non abbiano remore a comunicare ai medici di base eventuale sintomatologia.  

Intanto dalla società giallorossa

L'Us Lecce ha fatto sapere quanto segue:  "I sei componenti del gruppo squadra (tre calciatori e tre componenti dello staff) risultati positivi al Covid 19 si sono sottoposti ad esame molecolare le cui risultanze hanno dato esito negativo per tre di loro (un calciatore e due componenti dello staff),  positivo per due calciatori e indeterminato per un componente dello staff. I tre componenti del gruppo squadra risultati negativi a questo ultimo ciclo di tamponi,  prima di aggregarsi al gruppo,  effettueranno un ulteriore test molecolare". Il resto dell'organico è stato sottoposto in mattinata al test molecolare di routine, con esito negativo: anche il tampone effettuato su Claud Adjapong ha confermato l’assenza dell’infezione virale. Il laterale difensivo, nelle scorse ore, aveva dovuto rinunciare alla trasferta dell’Under 21 italiana in Islanda, per poter eseguire ulteriori accertamenti dopo un esito indeterminato del suo tampone. Ma gli esami, successivi hanno scongiurato il timore di un contagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento