menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sono 1.123 i nuovi casi. Consegnato il nuovo ospedale Covid con 152 posti

I tamponi processati sono stati 10.600, i decessi 15. A Bari affidata al Policlinico la gestione della struttura sanitaria realizzata in un padiglione dell'area fieristica

LECCE – Sono 1.123 gli esiti positivi al Covid su 10.600 tamponi processati in Puglia, per un tasso del 10,6 percento (del 28,8 invece calcolato sui singoli casi testati, al netto dei tamponi ripetuti). Negli ultimi sette giorni l'incidenza di nuovi casi è di 200 ogni 100mila abitanti. I decessi registrati sono stati 15, mentre il dato dei guariti ha subito un incremento di 927 unità. Il numero dei casi attuali è dunque di 56.003.

Per quanto riguarda il dettaglio provinciale, 406 dei casi confermati sono emersi in provincia di Bari, 76 in provincia di Brindisi, 100 nella provincia Bat, 217 in provincia di Foggia, 79 in provincia di Lecce, 239 in provincia di Taranto, oltre a un caso di un residente fuori regione. Ci sono poi cinque casi ancora da attribuire. In ospedale sono ricoverati 1.529 pazienti (sette in più rispetto al dato di ieri), di cui 148 in terapia intensiva (11 nuovi ingressi). 

Leggi il bollettino del 16 gennaio

A Bari p stato consegnato alla gestione del Policlinico il nuovo ospedale Covid realizzato presso la Fiera del Levante. La struttura, che ha 152 posti letto, comprende 10 reparti su 15mila metri quadrati, due sale operatorie, una zona per la diagnostica e un laboratorio di analisi. Alla sua realizzazione, avviata il primo dicembre, hanno contribuito 40 ditte, per la maggior parte pugliesi. 

"La rete ospedaliera regionale di risposta al Covid si allarga di oltre 150 posti letto, realizzati a tempo di record e con altissimi standard qualitativi - ha dichiarato l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco -. Gli operatori potranno lavorare in ampi spazi con le più moderne attrezzature e questo ottimizzerà l’assistenza. Un’assistenza che potrà essere flessibile in quanto questo spazi sono pensati per fornire  intensità di assistenza varia, dai pazienti meno gravi ai pazienti più gravi. È un ulteriore passo avanti non solo per la risposta al covid, ma anche per far ripartir in sicurezza l’assistenza no covid in Puglia”.

Video: le dichiarazioni di Emiliano e Lopalco

Il presidente della Regione, Michele Emiliano, ha colto l'occasione per spiegare che nessun avanzamento dal punto di vista sanitario e organizzativo può giustificare, tuttavia, un allentamento della soglia di attenzione da parte della popolazione: "In questi tre, quattro mesi, finche non avremo vaccinato la maggioranza della popolazione, bisogna fare questo sforzo. E non mi si venga a dire che, siccome siamo molto organizzati dal punto di vista sanitario, questa cautela può venire meno. Perché come ho detto lo scopo di questa struttura non è far prendere aperitivi, non è far feste a casa o far commettere errori alle persone. Lo scopo è quello di rimediare ai contagi inevitabili, perché molti si contagiano per far fare il loro dovere, come è accaduto al Sindaco di San Nicandro Garganico”.

Prosegue, infine, a ritmo costante la campagna di vaccinazione: alle 17.21 - ora dell'ultimo aggiornamento -  le dosi somministrate sono poco meno di 55mila. Gli operatori del Dipartimento di prevenzione di Asl Lecce hanno vaccinato ieri 180 tra medici, infermieri, e personale del servizio di igiene e pulizia della clinica Cottà di Lecce Hospital, accreditato con il servizio sanitario nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento