Come riutilizzare i beni confiscati alla mafia? Le idee più brillanti vengono dai giovani

Gli studenti delle scuole che hanno partecipato al bando "Storie di alternanza" saranno premiati il 23 novembre presso la Camera di Commercio. Nel lavoro sono stati affiancati dall'associazione Libera

in foto: il presidente della Camera di commercio, Alfredo Prete.

LECCE – Cosa farne dei beni confiscati alla criminalità organizzata? Alcune proposte interessanti sono arrivate dai più giovani. Gli studenti delle scuole salentine di sono messi all’opera, immaginando come riutilizzarli a fini sociali per partecipare al bando "Storie di alternanza".

L’iniziativa è stata lanciata dalla Camera di Commercio di Lecce che ha collaborato attivamente con le scuole, affiancando e supportando i ragazzi nel lavoro. Con un doppio obiettivo: raccogliere le proposte delle menti più brillanti; stimolare i progetti imprenditoriali per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro.

Gli studenti più meritevoli saranno premiati nella giornata di domani, 23 novembre, nella sala conferenze dell’ente camerale.

Nel corso della cerimonia verranno presentati i progetti di alternanza che si sono distinti per originalità e qualità delle idee, la replicabilità generale, la descrizione delle competenze acquisite ed il ruolo dei tutor interni.

Di particolare rilevanza sarà la premiazione delle migliori proposte per il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie, su cui la Camera di Commercio di Lecce ha profuso grande impegno, insieme all’Associazione Libera, promuovendo la raccolta di idee per il riutilizzo sociale dei beni confiscati in via definitiva alle mafie.

Beni, che, secondo i dati dell’agenzia nazionale, nella provincia di Lecce risultano essere ancora numerosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prederanno parte all'evento Alfredo Prete, il prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta, il Procuratore generale della Repubblica, Antonio Maruccia, il Provveditore agli Studi di Lecce, Vincenzo Melilli ed il referente dell'associazione Libera di Lecce, Emanuele Perlangeli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento