menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Ex ospite della Rsa focolaio muore nella notte: è la vittima numero 18

Un 87enne di Galatina, ex ospite della struttura di Soleto, è deceduto nella notte presso il Dea dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. L’aggravamento del quadro clinico non gli ha lasciato scampo

LECCE – Sale drammaticamente a 18 il numero degli anziani ospiti della Rsa focolaio e deceduti a causa del Coronavirus. Un uomo di 87 anni, originario di Galatina, è l’ultima vittima di questa drammatica sequenza. Ex inquilino della residenza sanitaria assistenziale “La Fontanella” di Soleto fino ad alcune settimane addietro, è spirato nelle ultime ore a Lecce.

La scorsa notte, infatti, il cuore dell’anziano ha cessato di battere mentre si trovava ricoverato nel reparto del Dea, il nuovo Dipartimento di emergenza e accettazione dell’ospedale “Vito Fazzi” e trasformato in centro Covid in occasione dell’emergenza sanitaria in corso.  L’aggravamento del quadro clinico non gli ha lasciato scampo ed è spirato davanti agli occhi impotenti dei medici. Si tratta del 18esimo ospite della struttura sanitaria per anziani del comune grico.

Proprio nella giornata di ieri, si è tenuta una ispezione in videoconferenza da parte del ministero della Sanità. Collegate virtualmente le parti coinvolte: l’ufficio regionale che coordina le varie rsa, la direzione generale della Asl di Lecce, gli operatori impiegati nella struttura di Soleto a partire da marzo e i carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazioni e sanità del capoluogo salentino. Fortunatamente, i restanti 19 ospiti della struttura di Soleto, tutti sottoposti a tampone, sono risultati negativi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento