menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Focolaio nella rsa di Soleto, domani l’ingresso degli ispettori del ministero

Gli emissari del ministro della Salute effettueranno domani mattina un sopralluogo all’interno della struttura e acquisiranno la relazione della Asl

SOLETO - Mentre prende corpo l’inchiesta avviata dalla procura di Lecce sulla residenza socio assistenziale “La Fontanella” di Soleto, divenuta suo malgrado focolaio di contagio di coronavirus con 88 casi di positività complessivamente accertati, tra ospiti e operatori socio sanitari della struttura, compresi anche i titolari, con diciassette decessi di anziani con Covid 19 e tre indagati, sono in arrivo anche gli ispettori del ministero della Salute. Dopo le verifiche al Pio Albergo Trivulzio di Milano, e in altre strutture residenziale di assistenza agli anziani, le verifiche del dicastero della sanità pubblica arrivano anche nel Salento.

Sono infatti attesi per domani mattina gli ispettori governativi che insieme al personale dei carabinieri del Nas e ai referenti della Asl territoriale, che gestisce dalla fine di marzo in regime commissariale la Rsa di Soleto, effettueranno un sopralluogo nella struttura per acquisire un’informativa dettagliata su quanto accaduto all’interno della casa di assistenza nei giorni cruciali che hanno portato all’esplosione del focolaio di contagio di Covid-19. Si tratta di una indagine amministrativa e parallela a quella già avviata dalla magistratura e che punta a verificare se siano state rispettate le indicazioni diffuse dal ministero e dall’Istituto superiore di sanità per la tutela degli anziani ospiti della Rsa alla luce di due elementi incontrovertibili: la vulnerabilità estrema delle persone anziane rispetto al Covid-19, e la peculiarità dell’essere ospiti di una struttura chiusa. Da accertare anche quali cause abbiano prodotto i tanti contagi e i 17 decessi sino ad ora registrati tra gli ospiti della residenza assistenziale.

In tale direzione sarà fondamentale anche il contenuto della relazione approntata dal responsabile medico Silverio Marchello a cui è stata affidata la reggenza della struttura (almeno sino alla fine di questo mese) insieme al direttore sanitario del distretto di Galatina, Cosimo Esposito, e stilata nei giorni di insediamento della Asl nella gestione commissariale della rsa. Nei giorni scorsi nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla procura di Lecce sul registro degli indagati sono finite tre persone: i due responsabile privati della struttura e l’ex direttore sanitario. Ad  oggi nella rsa sono rimasti 21 ospiti, la maggior parte di essi negativi al Covid-19. 

Nella giornata di domenica intanto i volontari della protezione civile di Soleto, coordinati da Giuseppe Chirivì, impegnati sin dall’inizio dell’emergenza nel supporto alla rsa La Fontanella, aderendo al momento di raccoglimento del coordinamento del volontariato di protezione civile di Lecce e promosso dal Comitato territoriale del volontariato di protezione civile nazionale, hanno osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del Covid-19 proprio nei pressi dell’ingresso esterno della struttura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento