menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Dea di Lecce.

Il Dea di Lecce.

Indice di letalità per Covid al 2,7. La Puglia resta sotto il valore nazionale

Tra le grandi regioni del Centro Sud, tuttavia, è quella con il rapporto più severo. Decessi con o per Covid? L'Istituto Superiore di Sanità ha da tempo chiarito come si deve procedere nell'attribuzione dei casi

LECCE – Mentre i dati relativi a nuovi casi, ospedalizzazioni, guarigioni mostrano una risacca della seconda ondata – ma non certo una sua ritirata – resta alto quello dei decessi.

Si tratta di un fenomeno previsto, perché i decessi di un certo periodo sono la conseguenza dei contagi avvenuti diverse settimane prima e dunque la riduzione di questa voce delle statistiche è sempre l’ultima a concretizzarsi: di tutti coloro che si infettano in un intervallo di tempo, alcuni richiederanno cure ospedaliere e di quest’ultimi una parte non ce la farà.

Si tratta quasi sempre di anziani o di pazienti con una o più patologie pregresse che vengono aggravate dall’infezione da Covid. L’Istituto Superiore di Sanità, che è il massimo organismo scientifico di ambito medico in Italia, ha chiarito quando un decesso può essere associato al nuovo coronavirus (qui il documento). E uno studio in collaborazione con Istat ha cercato di pesare l’impatto della cosiddetta prima ondata sull’andamento della mortalità in generale (qui il documento).

Ma qual è la situazione al momento? Ci sono diversi modi di verificare l’impatto del Covid, uno di questi è l’indice di letalità, cioè il rapporto tra decessi di persone con diagnosi da Covid e totale dei casi Covid. Dall’inizio dell’epidemia il rapporto su scala nazionale è del 3,5 percento; quello pugliese del 2,7 e quello della provincia di Lecce (aggiornata all’ultimo report Asl, dell’11 dicembre) del 2,6 percento.

Al di sotto del dato nazionale, la Puglia ha il terzo indice più alto nel Centro Sud dopo Abruzzo (3,3 percento), e Molise (2,9). La regione con il rapporto più basso è la Sicilia (1,2), seguita da Campania (1,4), Calabria (2), Lazio (2,1), Sardegna e Basilicata (2,2).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento