rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Arakne Mediterranea, il nuovo progetto musicale sui canti di Passione

La longeva compagnia è in edicola in questi giorni con un nuovo lavoro. Nel solco della tradizione, “La Venerdia Matina” esprime tutto il senso più intimo e vero della Pasqua

MARTIGNANO – Arakne Mediterranea, una delle più longeve compagnie impegnate nella riscoperta delle tradizioni salentine, torna in edicola con un nuovo lavoro. L’associazione fondata a Martignano dal compianto Giorgio Di Lecce, storico della danza, antropologo e ricercatore scomparso nel 2003, e che opera ormai da oltre trent’anni, è in uscita in questi giorni con “La Venerdia Matina”.

Si tratta di un progetto discografico sui Canti di Passione, intriso di significati profondi. Esprime, infatti, tutto il dolore e lo sgomento della Madonna per le sofferenze subite dal proprio figlio Gesù durante la Passione. Il disco è uscito il 2 marzo scorso in allegato al mensile quiSalento. E la data non è stata certo casuale. Quest’anno, infatti, il 2 marzo corrisponde all’inizio della Quaresima, il cammino in preparazione alla Pasqua, a cui si associa quello nella tradizione orale intrapreso ed interpretato dagli Arakne Mediterranea.

“Cantiamo e interpretiamo i brani della tradizione orale, legati ai riti pasquali, dalla Quaresima alla Settimana Santa, per esprimere principalmente esperienze artistiche e testimonianze, direttamente vissute e raccolte, avendo cantato con alcuni cantori della nostra tradizione griko-salentina”. A parlare è Imma Giannuzzi, voce storica e direttrice artistica della compagnia, che ricorda come il fondatore Giorgio Di Lecce, durante gli spettacoli, fosse solito invitare sul palco anziani cantori, custodi delle memorie della terra.

“In ogni paese del Salento – racconta Imma Giannuzzi – c’era una famiglia di riferimento degli anziani cantori, con cui Giorgio si rapportava. Raccoglieva le loro testimonianze per poi renderli protagonisti principali attraverso l’esibizione. La tradizione che diventava spettacolo, arte popolare, esperienza diretta da vivere ed ammirare…”.

“Io cantavo con loro – aggiunge la direttrice artistica – , e ricordo come durante le varie trasferte e le attese prima di iniziare uno spettacolo, intrecciavano dei racconti su esperienze di vita, usanze, modi di dire di ognuno, e poi come per magia intonavano versi e arie di ogni genere, in griko e in dialetto. Un vero e proprio spettacolo da rimanere incantati. Abbiamo pensato quindi di ripercorrere questi ricordi in un disco, anche sull’esempio di Giorgio Di Lecce e del suo lavoro fatto a Cutrofiano, per la rassegna ‘Lu Santu Lazzaru’, dove dal 1991 si è dato vita ad un vero e proprio evento culturale sui canti del tempo pasquale, che radunava e raduna ancor oggi tanti gruppi e cantori dell’area ellenofona e del Salento tutto, un avvenimento che si ripete da oltre trent’anni”.

Arakne Mediterranea, canti di Passione

Nel nuovo disco di Arakne Mediterranea sono presenti Le Matinate, I Passiùna Tu Cristù in lingua grika, Lu Santu Lazzaru, Preghiere, versi e canti di questua in cui si narrano principalmente gli episodi della Passione di Cristo, le sofferenze della Madre Maria, i momenti di gioia della Resurrezione. La tracklist si chiude con una versione originale del canto Pai Pai Pai, uno scioglilingua, semplice e orecchiabile, dove tra un’alternanza di tonalità maggiore e minore, la compagnia canta: “Va anche mio figlio e non ritorna più”.

In questo progetto si riflette il profondo amore che Arakne Mediterranea nutre verso la propria terra e le tradizioni. È un attento e approfondito lavoro storico-musicale, dove ai temi tradizionali si mescolano le musiche e gli arrangiamenti originali di Luigi Giannuzzi e la voce di Imma Giannuzzi, tra le più rappresentative del Salento insieme a quella delle sue sorelle Giovanna, Maria Assunta e Stefania.

Il disco è stato registrato presso “La Fucina del Suono”, a Cavallino, dal musicista e compositore Gianluca Milanese che ha curato anche la sezione dei fiati. Fra le collaborazioni, quelle di Marco Dell’Anna alla fisarmonica, Valentina Marra al Violino, Giorgia Santoro al flauto basso e del professore Donato Tommasi per la testimonianza storica sul canto della Passione in Minore.

Per chi volesse godere di un ascolto dal vivo, Arakne Mediterranea eseguirà i brani di questo nuovo disco nell’ambito di alcune rassegne ed eventi sui canti di Passione. Il 6 aprile, alle ore 19,30, a Soleto, presso la Chiesa di Maria Santissima Assunta; il 9 aprile, alle 19,30, a Cutrofiano, presso il sagrato della Chiesa Madre; il 10 aprile alle 19,30 a Sannicola, in piazza della Repubblica; il 12 aprile, alle 19,30, ad Alessano, presso la Chiesa Sant’Antonio; il 13 aprile, infine, giornata tutta dedicata a Martignano: alle 10 la compagnia si esibirà nelle vie del paese, alle 12 presso la scuola media comunale e alle 20 nel Parco Palmieri e successivamente nella Chiesa Madre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arakne Mediterranea, il nuovo progetto musicale sui canti di Passione

LeccePrima è in caricamento