Lunedì, 15 Luglio 2024
A Lecce

Controllo e riduzione della spesa farmaceutica convenzionata: i primi dati

La rilevazione del servizio farmaceutico Asl registra un passaggio dal 3.90% al 3.40% in linea con gli obiettivi stabiliti nell’incontro dello scorso 21 aprile

LECCE - Sono già rilevabili i primi risultati della cooperazione tra medici di Medicina generale e Asl Lecce per il controllo e la riduzione della spesa farmaceutica convenzionata, ovvero della spesa derivante dalla prescrizione dei farmaci da parte dei medici di base.

La rilevazione effettuata dal Servizio farmaceutico della ASL registra difatti un passaggio dal 3.90% al 3.40%, restituendo quindi un quadro lusinghiero e in linea con gli obiettivi stabiliti nell’incontro dello scorso 21 aprile.

Nell’incontro di aprile tra la direzione strategica e, tra gli altri, la responsabile del servizio farmaceutico Paola Stasi e il responsabile delle cure primarie della Asl, Antonio De Maria, era stata delineata la road map per il monitoraggio della spesa farmaceutica e l’appropriatezza prescrittiva dei medici di medicina generale.

“Abbiamo messo in campo tutte le azioni utili – ha dichiarato il direttore generale Stefano Rossi - per permettere la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale di cui la spesa farmaceutica rappresenta un tassello rilevante. Nel fare questo abbiamo intensificato la collaborazione con i nostri Medici di Medicina Generale, figure determinanti perché di frontiera, ogni giorno a contatto con bisogni e domande di salute dei cittadini”.

“Abbiamo condiviso con loro intenti e strumenti – ha continuato - tanto da poter dire di essere sulla strada giusta perché, senza aver creato disagi ai pazienti, senza aver imposto sanzioni o nocivi tagli, registriamo oggi una migliore performance sull’appropriatezza prescrittiva e sul relativo impatto sulla spesa farmaceutica. Su questo solco abbiamo intenzione con determinazione di proseguire”.

“I medici di Medicina generale del territorio – ha dichiarato Antonio De Maria - si sono impegnati a prestare maggiore attenzione nella prescrizione dei farmaci in riferimento all’appropriatezza prescrittiva. Abbiamo verificato che nei primi due mesi successivi all’accordo di aprile sono già visibili i primi risultati, con un calo della spesa farmaceutica convenzionata dello 0,5%. Continuando su questo trend, lo sforamento del budget individuato dalla Regione Puglia verrà portato ad azzeramento. Il dialogo con i medici di medicina generale non è l’unico aspetto di questa collaborazione”. 

“È stata difatti organizzata la dispensazione diretta dei farmaci – ha proseguito - dopo le dimissioni ospedaliere e un dialogo con gli specialisti ambulatoriali nell’ambito della prescrivibilità del farmaco. Una collaborazione a 360 gradi tra ASL e Medici di Medicina Generale, potremmo dire unica ed efficace”.

“Smentiamo la notizia pubblicata su organi di stampa in base alla quale la Asl avrebbe sanzionato i medici del distretto di Casarano per aver sforato la spesa farmaceutica, vero è, invece – conclude il Direttore generale Rossi- che è in atto un costante monitoraggio da parte dei Direttori dei Distretti socio sanitari, compreso quello di Casarano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllo e riduzione della spesa farmaceutica convenzionata: i primi dati
LeccePrima è in caricamento