menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La statale 275.

La statale 275.

Statale 275, inammissibile il ricorso di Ati-Matarrese. Anas: "Iter va avanti"

Così si è espresso il Consiglio di Stato. Ritenuta superata ogni ipotesi risarcitoria, in ragione della revoca della gara 

ROMA - E’ inammissibile il ricorso dall’Ati-Matarrese sull’esclusione dalla gara per l’affidamento dei lavori per la stada statale 275 Maglie-Santa Maria di Leuca. Così si è espresso il Consiglio di Stato, in una sentenza pubblicata al termine di una vicenda complessa nata nell’ottobre del 2016. In quel periodo, Anas aveva, da un lato, revocato la precedente procedura di gara, vista la necessità d’intervenire  sul progetto esecutivo originario, mai approvato e non più rispondente alle esigenze del territorio per molte ragioni, dall’altro annullato l’aggiudicazione in favore dell’Ati Ccc (oggi Consorzio Integra) ed escluso l'Ati Matarrese dalla procedura di gara.

Con il pronunciamento, il Consiglio di Stato ha acclarato in via definitiva la revoca della gara, ritenendo insussistente, allo stato attuale, l’interesse a ricorrere dell’Ati Matarrese contro un provvedimento di esclusione da una procedura che, ormai, non esiste più. I giudici hanno anche dichiarato superata ogni ipotesi risarcitoria, proprio in ragione della revoca della gara. 

“Anche grazie a quest’ultima sentenza – ha commentato l’amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani - possiamo proseguire l’iter di approvazione da parte del Cipe del nuovo progetto, suddiviso in due lotti, il primo da Maglie a Tricase e il secondo da Tricase a Leuca.  Il progetto definitivo del lotto I, a sua volta suddiviso in tre stralci, è già stato approvato dal consiglio di amministrazione a novembre scorso e da tempo si sta lavorando sul progetto esecutivo per poter dare così l'avvio a tutte le procedure per l'indizione delle nuove singole gare d’appalto nel più breve tempo possibile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento