Attualità

Under 40 verso l'estero: in due anni aumento del 17 per cento

Gli ultimi dati Istat sono del 2016. Dalla provincia di Lecce si sono trasferiti in altri Paesi in 1091. In lieve calo gli spostamenti in altre regioni

La stazione di Lecce, luogo di molte partenze in cerca di un futuro più stabile.

LECCE – In due anni il numero di salentini emigrati all’estero è cresciuto del 17 per cento, considerando la fascia di età tra i 18 e i 39 anni. Su scala regionale l'incremento è del 26 per cento, su quella nazionale è del 20,5.

Nel 2016, l’ultimo disponibile secondo i dati Istat, sono stati 1091 i giovani del Tacco che hanno deciso di cancellarsi dall'anagrafe del proprio comune e trasferirsi in un altro Paese mentre altri 2861 hanno ottenuto la residenza in un’altra regione. Per questo tipo di trasferimento la percentuale indica però un calo del 3,5 per cento nel biennio. Insomma, anche per gli under 40 della provincia di Lecce l’estero è sempre di più l’approdo ritenuto sicuro. Il cambio di residenza, di solito, viene richiesto dopo aver ottenuto un posto di lavoro ritenuto soddisfacente e affidabile.

Il Sole 24 ore, nella sua sezione Info data, ha dettagliato questi dati, mettendo in relazione i valori assoluti con la popolazione per la stessa fascia d’età e così emerge che la provincia di Lecce è prima in Puglia per numero di emigrati ogni diecimila giovani abitanti, pari a 43,25. La provincia di Bari ne ha 35,68 mentre quella di Taranto 26,31.

È la provincia di Bolzano quella in Italia con il maggior tasso di trasferimenti all’estero con 90,29 ogni diecimila giovani abitanti. Numeri notevoli anche per Trieste con 68,81, Imperia con 67,75 e più in generale per tutte le province di confine. Per quanto riguarda il Mezzogiorno, maggiore propensione alla destinazione estera si registra in Sicilia e in Sardegna, nella loro parte sud occidentale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Under 40 verso l'estero: in due anni aumento del 17 per cento

LeccePrima è in caricamento