rotate-mobile
Attualità

Al via il censimento: "Partecipare è un obbligo di legge"

Due i tipi di rilevazione: la prima si chiama Areale e terminerà il 18 novembre; la seconda, Lista, si concluderà il 23 dicembre. Il Comune ha invitato tutte le famiglie leccesi a collaborare

LECCE – Nel capoluogo salentino sono iniziate le operazioni del Censimento a cura di Istat e del Comune per arricchire i dati statistici sulla popolazione e le famiglie, così da conoscere meglio il Paese in cui viviamo. Il censimento si articola in due tipi di rilevazione: la prima si chiama Areale e terminerà il 18 novembre; la seconda, Lista, si concluderà il 23 dicembre.

Entrando più nel dettaglio, Areale prevede la compilazione del questionario online tramite un rilevatore, incaricato dal Comune, che raggiunge il nucleo familiare presso l’abitazione di residenza munito di badge di riconoscimento. La famiglia sarà preavvisata tramite locandina e lettera non nominativa. Per la compilazione del questionario è prevista l'assistenza gratuita.

Il secondo tipo di rilevazione prevede la compilazione di un questionario online, sul sito Istat, riservato a quelle famiglie campione che riceveranno una lettera nominativa con le informazioni sul Censimento e con proprie credenziali di accesso. Anche per loro è previsto il supporto a domicilio da parte dei rilevatori.

Grazie all’integrazione dei dati raccolti dal censimento con quelli provenienti dalle fonti amministrative, l’Istat è in grado restituire informazioni continue e tempestive, rappresentative dell’intera popolazione, ma anche di garantire un forte contenimento dei costi e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie.

Il Comune ha invitato tutte le famiglie leccesi a collaborare, ricordando che la partecipazione è un obbligo di legge e che l'eventuale violazione dell’obbligo di risposta prevede una sanzione.

“Il censimento è una impresa collettiva che insieme compiamo per garantire dati aggiornati che consentano di comprendere la composizione socio-demografica della popolazione. Per chi avesse dubbi, perplessità o comprensibile diffidenza nell’aprire la porta ai rilevatori, ricordo che dal 3 novembre sarà disponibile il numero dedicato della campagna Siate Accorti, lo 0832 230055, al quale rispondono gli agenti della polizia locale, che potranno verificare immediatamente l’identità del rilevatore e rassicurare i cittadini”, ha dicharato l'assessore ai Servizi demografici, Sergio Signore.

Per avere maggiori info e assistenza le famiglie possono contattare il Centro comunale di rilevazione presso l'ufficio statistica di viale Aldo Moro al numero 34, oppure telefonando al numero 0832.682531, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30, oppure il numero verde Istat 800 188 802, attivo dal 1° ottobre al 23 dicembre tutti i giorni, compresi sabato e domenica, dalle ore 9 alle ore 21.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il censimento: "Partecipare è un obbligo di legge"

LeccePrima è in caricamento