Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Progetto "In-cul.tu.re": dalla Grecìa salentina al festival dell'innovazione di Bari

Un progetto di ricerca, vincitore del bando under 30 Smart Cities and Communities and Social Innovation, per realizzare un laboratorio locale da applicare sul patrimonio architettonico, archeologico e paesaggistico nei paesi dell'Unione comuni dell'area

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

COMUNICATO: progetto In-Cul.Tu.Re. "Innovazione nella Cultura, nel Turismo e nel Restauro"

In-Cul.Tu.Re. "Innovazione nella Cultura, nel Turismo e nel Restauro" è un progetto di ricerca vincitore del bando under 30 Smart Cities and Communities and Social Innovation nell'ambito dei Pon "Ricerca e Competitività" 2007-2013, finanziato dal ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, per un costo totale di 1,947 milioni di euro.

Salve,

In occasione della terza edizione del Festival dell'Innovazione di Bari (che si terrà dal 22 al 24 maggio nel capoluogo pugliese), il progetto In-Cul.Tu.Re. "Innovazione nella Cultura, nel Turismo e nel Restauro" è stato selezionato come espositore nell'ambito "Smart & Social". Lo stand, il numero 34, sarà allestito nell'apposita area di Sala Murat.

Il progetto In-Cul.Tu.re. si è ritagliato un ruolo da protagonista anche per l'evento "Storie di Straordinaria Innovazione", promosso dall'Arti (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l'Innovazione). La presentazione è prevista per mercoledì 22 maggio, ore 16, in Piazza Ferrarese.

Il Progetto mira a realizzare un laboratorio locale per la ricerca applicata sul patrimonio architettonico, archeologico e sul paesaggio nei paesi facenti parte dell'Unione dei comuni della Grecìa Salentina (partner), rispettando l'obiettivo di individuare un bene per ogni Comune. I tre filoni di ricerca sono: restauro, efficienza energetica e sviluppo di strumenti Ict per valorizzazione e turismo.

Vi riportiamo qui di seguito la presentazione del progetto In-Cul.Tu.Re. e due foto.

Grazie della collaborazione.

Contattateci per maggiori informazioni e/o per eventuali interviste.

*********************

In-Cul.Tu.Re. "Innovazione nella Cultura, nel Turismo e nel Restauro" è un progetto di ricerca vincitore del bando under 30 Smart Cities and Communities and Social Innovation nell'ambito dei Pon "Ricerca e Competitività" 2007-2013, finanziato dal ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Il patrimonio culturale della Grecìa Salentina offre numerose opportunità di studio, conoscenza e fruizione dei luoghi. Sebbene le principali criticità riguardano la conservazione, il sottoutilizzo e la gestione, solo un'esigua percentuale dei beni è o è stata sottoposta a restauro e a programmi di manutenzione. La missione di In-Cul.Tu.Re è trasformare i punti di debolezza del territorio in opportunità.

Cosa facciamo?

Il Progetto si attua all'interno dell'Unione dei comuni della Grecìa Salentina (partner), rispettando l'obiettivo iniziale di individuare un bene per ogni Comune secondo i tre cardini progettuali:

· Restauro/Conservazione: applicazione di metodi innovativi di diagnostica non distruttiva (mappature termografiche, indagini geoelettriche, caratterizzazione dei materiali, laser scanning 3d).

· Efficienza energetica: promozione e progettazione di modelli di intervento di efficientamento energetico finalizzati al recupero e conservazione di edifici storici.

· Sviluppo di strumenti Ict per la promozione e la valorizzazione: percorsi di realtà aumentata e ricostruzioni virtuali.

L'obiettivo è di dare attuazione ai singoli progetti elaborati per ogni bene e realizzare ulteriori progetti pilota. I risultati raggiunti e tutte le attività di progetto confluiranno in una piattaforma web multicanale, che avrà nella digitalizzazione, comunicazione e nella logica open-data i suoi punti di forza.

Il progetto In-Cul.Tu.Re. ha ottenuto un finanziamento di 1,947 milioni di euro per una durata complessiva delle proprie attività di tre anni (agosto '12 - maggio '15).

Perché innoviamo?

Il processo di ricerca sui beni oggetto di studio confluirà in tre percorsi di valorizzazione, differenti ma integrati fra loro:

- Vedere l'invisibile: portare alla luce tutte le informazioni possibili dei beni e renderle accessibili ai professionisti del settore. I dati raccolti vengono sistematizzati secondo standard nazionali, in modo da essere integrati con piattaforme pilota, come Sicar (Sistema informativo per la documentazione georeferenziata dei cantieri di restauro) e la Carta dei beni culturali della regione Puglia.

- Assaporare il territorio: costruire percorsi esperienziali in cui sia visibile il legame tra i patrimoni materiali e le produzioni locali, unendo la fruizione dei luoghi alle produzioni locali: arte, enogastronomia, artigianato di qualità e produzioni agricole.

- Vivere (il) bene: ripensare un territorio vuol dire immergersi nella sua storia e nella sua identità, nonché veicolare il suo valore a vantaggio delle comunità locali.

In-Cul.Tu.Re. si presenta come un progetto di ricerca innovativo nel restauro (per i nuovi metodi di documentazione e diagnostica non distruttiva), nel turismo (mettendo in rete i beni e connettendoli con le eccellenze locali) e nella cultura (dando voce a luoghi simbolo del patrimonio locale).

Le attività di In.Cul.Tu.Re. sono supportate dalla sezione "Futuri Possibili", un progetto di partecipazione e condivisione per portare la comunità al centro dei bisogni del territorio.

Chi siamo?

In-Cul.Tu.Re. INnovazione nella Cultura nel Turismo e nel Restauro è un progetto di ricerca nell'ambito "Social Innovation". Il Progetto afferisce al settore della smart culture e risponde alla necessità di innovare il sistema dei patrimoni, attività culturali e del turismo. Le sue attività sono riconducibili agli ambiti secondari Cloud Computing Technologies per Smart Government, Energy Efficiency, Low Carbon Technologies.

Il team è composto da sei soggetti attuatori, under 30, suddivisi in quattro settori: Lavinia Donateo, Maria Federica Stifani (Restauro), Sofia Giammaruco, Paola Durante (Restauro & Efficientamento energetico), Gabriele Miceli (Comunicazione & Informazione), Gabriele Montinaro (Gestione).

Il processo di attuazione è supportato da cinque fornitori. La loro esperienza e il proprio know-how rappresentano un valore aggiunto per gli obiettivi da conseguire:

- Laboratorio di Restauro del Politecnico di Torino: formazione e supporto per le campagne di indagine non distruttiva sui beni).

- Istituto per i beni archeologici e monumentali (IBAM) del Cnr di Lecce: trasferimento tecnologico di metodologie per lo sviluppo e l'applicazione di tecniche di diagnosi, restauro, sistematizzazione dei risultati.

- Istituto Superiore Mario Boella (ISMB) di Torino: sviluppo piattaforma web, progettazione e implementazione dei servizi per gli utenti finali.

- C.R.E.S.Co. Soc. coop.: supporto nell'ambito delle azioni di efficientamento energetico, presenza capillare sul territorio e integrazione con il mercato economico locale.

- Stop CO2 s.r.l.: supporto nell'ambito delle azioni di efficientamento energetico.

CONTATTI
progettoinculture@gmail.com
www.futuripossibili.wordpress.com
www.facebook.com/futuripossibili
@FuturiPossibili - @in_culture (twitter)
about.me/progettoinculture
Gabriele Miceli (resp. Comunicazione & Informazione) - 335.57.72.274

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "In-cul.tu.re": dalla Grecìa salentina al festival dell'innovazione di Bari

LeccePrima è in caricamento