rotate-mobile
Un pomeriggio di festa

La statua di Sant’Oronzo accolta tra l’emozione dei leccesi e la curiosità dei turisti

Scortata dalla Banda Città di Lecce, ha fatto il suo ingresso in piazza poco dopo le 17 con un trasporto eccezionale partito da Nola. Pesa mille e 300 chili e la sua realizzazione è stata finanziata da imprese, studi professionali e comuni cittadini

LECCE – Poco dopo le 17 la copia della statua di Sant’Oronzo è arrivata con un trasporto eccezionale in piazza Sant’Oronzo dove cittadini e turisti erano in attesa, insieme al sindaco Carlo Salvemini e agli amministratori locali.

La Banda Città di Lecce ha accompagnato l’ingresso in piazza e poi anche le operazioni di trasferimento della statua ai piedi del Sedile, dove rimarrà fino a sabato a mezzogiorno quando ci sarà la benedizione dell’arcivescovo Michele Seccia e poi la collocazione sulla colonna dalla quale il santo patrono manca dal gennaio del 2019.

Emozionati i leccesi presenti, a partire dal primo cittadino, felice l’arcivescovo che ha voluto fotografare con il suo tablet la statua già quando ancora era in parte rivestita dalle protezioni necessarie al trasporto. Per i tanti turisti presenti è stato un fuori programma molto gradito.

Come noto, la statia originale è stata restaurata ed esposta a Palazzo Carafa non potendo essere più riposizionata dov’era sin dal 1739 a causa dello stato di compromissione dei materiali che ne compongono la struttura: un’ulteriore esposizione agli agenti atmosferici sarebbe stata definitivamente deleteria.

Riprodotta in scala 1 a 1, la statua è alta 5 metri e 10 e pesa circa mille e 300 chili. È stata realizzata in oltre un anno di lavoro con la tecnica della fusione del bronzo a cera persa dalla Fonderia Nolana Del Giudice, una delle eccellenze italiane del settore.

L’elenco dei donatori

Tutta l’iniziativa - compreso il trasporto - è stata finanziata con lo strumento ministeriale dell’Art Bonus, che consente la detrazione delle donazioni fatte.Singoli cittadini, imprese, studi professionali hanno contribuito, ciascuno per le proprie possibilità a questa iniziativa collettiva di devozione e di comunità. L’amministrazione comunale ha voluto un totem con i nomi di tutti coloro che hanno consentito la raccolta di 240mila e 630 euro.

Le foto di un pomeriggio di attesa e festa

Di seguito l'elenco: Banca Popolare Pugliese, Ediltunnel Spa, Confartigianato Imprese Lecce – Ancos, Titre Srl, Confcommercio Lecce,  Confesercenti Lecce, Confartigianato Lecce, Tabaccheria Manca Di Manca F., Miglietta Silvia, Serafino Giulio, Guido Angelo, De Carlo Diego, Brandoli Antonella, Pellacani Claudio, Pepe Piero e Giordano Mariannunziata, D'Onghia Fabio, De Marco Francesco, La Puccia di Federica Zecca, Nuzzo Paolo, Immobiliare Sant'andrea Srl, Fiore Andrea, Immobiliare Obelisco Srlu, Studio Giorgilorio Srl - Agenzia Affiliata Tecnocasa, De Blasi Maria Teresa, De Blasi Addolorata, Solfini Anna Chiara, Moschini Bernardino, Rossini Agnese, Cino Marco, Lionetto Filippo, Russo Orietta, Pagliara Stefano, Cretì Patrizia, Gabellone Laura, Ciulla Elisabetta, Immobiliare San Biagio Srl Unipersonale, Studio Lecce Sud S.A. di Gatto Massimiliano & C, Posta e Service Di Scrimieri Stefania, Arnesano Stefania, Domiliare, Valeria e Marco, Studio Partigiani Srl, Studio Leuca Sas Di Chieppa Florinda, Torsello Antonio Trifone, Cillo Fernanda, Saracino Laura, Coletta Sebastiano, Presicce Alessandro, Lolli Carmelo, Coriandro Francesca, Guido Francesco, Salvemini Carlo, Nuzzaci Marco, Latino Desirè Margherita, Cicirillo Fabiana, Marinaci Ilaria, Foresio Paolo, De Matteis Marco, Gnoni Christian, Valli Angela, Miglietta Rita, Zingaro Giovanna, Coriano' Luca e Ria Marina, De Cillis Antonio, Bascià Gabriele.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La statua di Sant’Oronzo accolta tra l’emozione dei leccesi e la curiosità dei turisti

LeccePrima è in caricamento