Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia

Aqp rassicura: "Letturisti ricollocati nell'impresa che subentra nel servizio"

Incontro di una delegazione sindacale con il direttore del personale. Il rientro in servizio con la clausola sociale. Si discute anche dell'internalizzazione

Un momento del presidio davanti alla sede di Aqp.

BARI – Assicurata la continuità occupazione dei lavoratori dell’impresa che per conto di Acquedotto Pugliese effettua la lettura dei contatori. Dei 45 lavoratori coinvolti, un terzo vive in provincia di Lecce.

Aqp ha assicurato alla delegazione sindacale di FIlctem Cgil che tutte le unità saranno ricollocate nell’organico della ditta appaltatrice che sta per subentrare nella gestione del servizio, come previsto dalla clausola sociale e come indicato dalla Regione Puglia. L’azienda ha anche avviato un procedimento di verifica delle condizioni per una eventuale internalizzazione della lettura dei contatori.

Mentre era in corso l’incontro, i lavoratori che da oggi sono formalmente senza impiego hanno manifestato sotto la sede di Aqp. Il direttore del personale, Pietro Scrimieri, ha comunicato l’assegnazione dell’appalto all’impresa che originariamente si era piazzata seconda e la perentorietà del termine del 29 aprile per la ripresa del servizio. I letturisti dunque dovrebbero tornare presto al lavoro, con un contratto di sei mesi rinnovabile fino ad un anno. Le condizioni però, ha precisato Franco Giancane, coordinatore regionale dei letturisti per il sindacato, devono essere le stesse del precedente rapporto. “Siamo pronti fin da ora a proclamare lo sciopero se non sarà rispettato il capitolato d’appalto e il contratto nazionale. In particolare pretendiamo l’assegnazione di un’auto di servizio o in via sostitutiva il rimborso chilometrico secondo le tabelle Aci”.

Giancane ha comunque chiarito che la vertenza sarà considerata definitivamente archiviata solo quando Aqp procederà a internalizzare il servizio: “Abbiamo appreso oggi che Aqp non si era mai posto il problema, se non dopo la nostra proposta. Ci è stato riferito che l’idea non è stata scartata, anzi nelle prossime settimane saremo convocati per conoscere l’esito del tavolo tematico che dibatterà sulla fattibilità del progetto. Resta l’amaro in bocca anche per come è stata gestita questa vertenza:Aqp ha revocato l’appalto alla Fimm a fine febbraio, ma si è adoperata solo stamattina per affidare il servizio alla Gest, dandole come tempo massimo il 29 aprile per ripartire. Ciò si traduce in un danno per i lavoratori, che perderanno 25 giorni di lavoro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aqp rassicura: "Letturisti ricollocati nell'impresa che subentra nel servizio"

LeccePrima è in caricamento