Economia

Assunzioni in Sanitaservice: 154 operatori passano al tempo indeterminato

Entreranno in organico, per 5 mesi, anche 36 ausiliari da assegnare ai centri vaccinali. L'amministratore Sergio: "Le politiche di reclutamento continueranno sino a coprire tutte le caselle del business plan"

LECCE – Sanitaservice stabilizza una parte del personale precario: per 154 dipendenti è infatti previsto il passaggio del contratto dal tempo determinato a quello intederminato.

Di questi, 42  saranno in servizio nei Cup Asl e o daranno supporto amministrativo; i restanti 112 invece erano stati assunti nel 2020 per far fronte alle esigenze della pandemia e il loro incarico è stato più volte rinnovato.

Si tratta di ausiliari che in buona parte provengono dalle selezioni pubbliche effettuate dalla Agenzia regionale Arpal e che sono stati chiamati in servizio al Dea di Lecce. In generale si sono occupati di massicci interventi di sanificazione  all’interno degli ospedali e distretti socio sanitari.

La necessità di mantenere in organico personale qualificato per le operazioni di sanificazione ha determinato il diritto alla sottoscrizioni di un contratto  di lavoro a tempo indeterminato, peraltro nel rispetto delle vigenti norme in materia di stabilizzazione del personale precario.  

Ma non finisce qui. A questa infornata di personale si aggiungerà quella di 36 ausiliari che saranno assegnati ai dodici centri vaccinali del territorio. La società in house ha concluso la selezione in questi giorni ed ha predisposto un contratto di 5 mesi per gli operatori, da prorogare in base alle esigenze del servizio.

Procede anche l'esame degli 8mila candidati che sono stati ammessi al concorso per l'assuzione di 159 ausiliari: lunedì 20 settembre saranno pubblicati i 500 quesiti  da esaminare.

“Siamo in pieno fermento – ha confermato Luigino Sergio, amministratore unico di Sanitaservice –, abbiamo lavorato a pieno ritmo anche in estate per continuare a garantire un’organizzazione che soddisfi le esigenze della Asl di Lecce riprendendo anche la selezione dei 159 ausiliari bloccata dal Covid”.

“Il socio unico di Sanitaservice, rappresentato dal direttore generale di Asl Lecce, Rodolfo Rollo, ha approvato pienamente l’azione della società: questo ci gratifica e conforta – ha proseguito lui -. Le politiche di reclutamento continueranno sino a coprire tutte le caselle del business plan confacenti alle esigenze di Asl. Condivido la gioia dei dipendenti che passano al tempo indeterminato  e ringrazio tutto il nostro personale che in un periodo duro qual è quello della pandemia non si è risparmiato pur di dare i servizi necessari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzioni in Sanitaservice: 154 operatori passano al tempo indeterminato

LeccePrima è in caricamento