Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

Banda ultra larga, 48 i comuni salentini cablati entro il 2016. Illustrato il progetto

L'assessore regionale alle Attività produttive, Loredana Capone, ha chiamato a raccolta la Consulta delle imprese del Pd, per spiegare le potenzialità derivanti dagli investimenti per quasi 100 milioni di euro in fibra ottica di ultima generazione

L'incontro presso l'Hotel Hilton.

LECCE – L’assessore regionale alle Attività produttive, Loredana Capone, ha chiamato a raccolta imprenditori e amministratori locali del Salento per illustrare gli investimenti per la cosiddetta banda ultra larga cofinanziati dalla Regione Puglia con circa 62milioni di euro. La relativa gara, come noto dalla fine di novembre, è stata vinta da Telecom e nel complesso l’operazione che renderà il territorio pugliese più efficiente entro il 2016 è di quasi 100 milioni di euro.

La nota particolarmente positiva è che 48 comuni, un terzo di quelli complessivamente interessati dal progetto per un totale di oltre 2 milioni e mezzo di abitanti, ricadono nella provincia di Lecce. Al termine dei lavori verranno installati duemila chilometri di fibra ottica e si prevede una ricaduta occupazione per almeno 500 persone nei primi tre anni nei settori impiantistico, civile, elettronico e delle telecomunicazioni.

“Dalla salute alla formazione, dagli ospedali alle scuole, dai Comuni alle case dei cittadini: nessuno può attendere. La banda ultra larga – ha dichiarato Loredana Capone davanti alla platea della Consulta delle imprese del Pd - sarà l’infrastruttura portante dell’intero sistema economico e sociale, la risorsa imprescindibile su cui sviluppare la competitività dei territori. Dotare la Puglia di queste reti è la premessa per avere una regione più veloce, più agile, con una burocrazia più efficiente”.

“E’ il primo tassello di un progetto più ampio – ha aggiunto l’assessore regionale - che ingloba il tema delle infrastrutture digitali e gli obiettivi dell’Agenda digitale europea. Il punto di appoggio di una nuova visione, una visione che per realizzarsi necessita dell’impegno di tutti: delle amministrazioni pubbliche, delle imprese, delle associazioni, dei cittadini, di tutto il settore Ict. Avremo a disposizione un contenitore enorme, spetterà a noi riempirlo di contenuti. Se saremo bravi riusciremo a migliorare la nostra vita altrimenti avremo perso una grande occasione”.

Per quanto riguarda in particolare la città di Lecce, anche Vodafone e Fastweb, ha fatto sapere l’assessore comunale all’Innovazione, si sono mobilitate per il cablaggio del capoluogo entro la prossima estate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda ultra larga, 48 i comuni salentini cablati entro il 2016. Illustrato il progetto

LeccePrima è in caricamento