Economia

Riclassamento, depositato il primo ricorso alla Commissione tributaria

A presentarlo la sezione di Confedelizia, attraverso l'avvocato Carlo Fumarola. Un locale commerciale che nel 2008 valeva 700 euro di rendita, oggi ne vale 1750 per effetto di una duplice revisione della classe di appartenenza

LECCE - La sezione di Confedilizia Lecce, attraverso l'avvocato Carlo Fumarola  ha presentato il primo di una lunga serie di ricorsi alla Commissione tributaria provinciale contro il riclassamento condotto dall'Agenzia del territorio su mandato dell'amministrazione comunale. Sono centinaia i proprietari di immobili che si sono già rivolti alle associazioni dei consumatori. L'effetto della revisione della classe di appartenenza è stato quello dell'aumento della rendita catastale, con conseguente batosta sul piano dei tributi locali, a partire dall'Imu.

Nello specifico si è trattato dell'impugnazione di un avviso relativo ad un piccolo locale commerciale nel centro storico, che era stato già oggetto di un riclassamento nel 2008, allorché, a seguito di una ristrutturazione è passato dalla terza all'ottava classe, con un balzo di ben cinque classi e con un passaggio di rendita da  700 euro a più di 1500.

Oggi, per effetto del nuovo e generalizzato "classamento", il locale è approdato alla nona classe con un ulteriore aumento di rendita fino a 1750 euro. "Cosa sia accaduto di tanto rilevante negli ultimi quattro anni - dichiara il presidente Confedilizia, Marino Antonio Congedo -, così da giustificare l'ennesimo scatto di classe al piccolo locale, non è dato sapere".

"Anzi - prosegue -, si ha la netta sensazione che le condizioni della città, e del centro storico in particolare, siano in netto peggioramento a causa della crisi in atto che deprezza il valore degli immobili e impedisce gli investimenti, oltre che di una tassazione sulla casa giunta ormai a livelli insostenibili". Dopo un'ondata di polemiche, la giunta comunale ha deciso di ricorrere al Tar per sospendere non la valditò del riclassamento di per sé, ma gli effetti dello stesso, almeno per il 2013. Confedilizia e le associazioni dei consumatori hanno comunque invitato i cittadini a presentare ricorso per ottenere direttamente l'annullamento della revisione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riclassamento, depositato il primo ricorso alla Commissione tributaria

LeccePrima è in caricamento