Sabato, 20 Luglio 2024
Green

Offensiva anti rifiuti: mini fototrappole nei bulloni dei guardrail e droni su tratturi e litoranee

Partirà nella giornata di domani un nuovo servizio di videosorveglianza ambientale disposto dalla Regione. L’assessora Maraschio: “Individueremo chi danneggia il territorio”

LECCE – Ancora poche ore e scatterà l’offensiva contro l’abbandono di rifiuti anche nel Salento: partirà infatti domani il servizio di videosorveglianza, in tutta la Puglia con dispositivi di ultima generazione. Il personale della Vigilanza ambientale della Regione utilizzerà cinque droni e decine di foto trappole molto performanti dal punto di vista tecnologico per potenziare il servizio di sorveglianza dei punti sensibili del territorio: si tratta delle strade in aree vincolate paesaggisticamente, litoranee e tratturi di campagna spesso itinerari cicloturistici.

È un progetto sperimentale costato alla Regione Puglia 500mila euro. Cinque droni in tutto, uno per ogni macro area pugliese: apparecchi di ultima generazione in grado di elevarsi fino a un’altezza di circa 120 metri e dotati di fotocamere termiche, per individuare non soltanto cumuli di rifiuti, ma anche eventuali “inceneritori” abusivi o i numerosi incendi che affliggono il Tacco. Anche le fototrappole non saranno più le stesse: si tratta di dispositivi di dimensioni microscopiche. Tanto da essere persino installate nei vani che ospitano i bulloni dei guardrail, per essere invisibili e fornire un supporto agli ispettori ambientali e alle attività di polizia giudiziaria per stanare gli incivili.

“Grazie a questo progetto, da domani prenderà definitivamente corpo la strategia di contrasto a questo fenomeno deleterio per tutti i pugliesi e l’intero territorio, un fenomeno che danneggia trasversalmente più attività economiche. Per questo chiediamo anche la collaborazione di tutti i cittadini per limitare questo inaccettabile fenomeno, i cui costi economici, ma anche sociali e sanitari, gravano su tutti e in maniera rilevante sulla Regione e sugli enti locali”. Sono le parole di Anna Grazia Maraschio, assessora all’Ambiente della Regione Puglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Offensiva anti rifiuti: mini fototrappole nei bulloni dei guardrail e droni su tratturi e litoranee
LeccePrima è in caricamento