Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Lotta all'evasione e tagli alle spese superflue del sindaco De Carlo per risanare il debito

L'Amministrazione Comunale di Vernole, con il sindaco di Vernole Luca De Carlo e l’assesore al Bilancio Giancarlo Longo, dopo l’ufficializzazione dei dati relativi all’attività economica del Comune e i conseguenti debiti plurimilionari accumulatisi negli anni precedenti, sta attuando una vera e propria “caccia all’evasore” per ristabilire una situazione di equilibrio e giustizia tra tutti i cittadini e contribuenti, soprattutto a difesa di coloro che a Vernole pagano regolarmente i tributi.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Alla luce del grave squilibrio economico e finanziario riscontrato nelle casse comunali, la nuova Amministrazione Comunale di Vernole (dal 28 maggio 2013) con Luca De Carlo Sindaco, sin dal suo insediamento primaverile si sta adoperando con tutte le forze e con estrema difficoltà a reperire le risorse necessarie per mettere in sicurezza il Comune di Vernole, stremato da un debito plurimilionario accumulatosi negli anni precedenti.

Nei primi mesi di amministrazione, sotto la supervisione dell'Assessore al Bilancio dott. Giancarlo Longo, è stato avviato il recupero dei crediti vantati dall'ente per ristabilire l'equilibro economico, portando un risparmio concreto alla spesa corrente:

1) In seguito alle sollecitazioni provenienti dalla "relazione del revisore dei conti per l'anno 2012" in cui viene richiesta una "efficace ed efficiente azione di recupero dell'entrate tributarie", e alla necessità di tutelare i cittadini virtuosi, ossia coloro che pagano regolarmente i tributi, l'Amministrazione Comunale ha intrapreso con determinazione la lotta all'evasione ICI/IMU e Tarsu-Tares.
La fase di accertamento e recupero decorre dall'anno 2008 per giungere fino al 2013. I cittadini morosi sono stati invitati a regolarizzare, prima possibile, la propria esposizione debitoria, precedendo così l'accertamento ed evitando in questo modo le sanzioni relative.

2) L'Amministrazione Comunale ha sollecitato, inoltre, la riscossione degli "oneri di urbanizzazione" ad oggi non riscossi e ha provveduto al recupero di crediti residui. Con delibera di giunta N. 120 del 27/09/2013 si è provveduto a recuperare la cifra di € 66.326,16, relativa ad oneri di urbanizzazione non versati negli anni precedenti.
Sono stati accertati, inoltre, oneri non riscossi per € 220.000,00 circa, che saranno introitati nel più breve tempo possibile, compresi i relativi interessi legali.
Anche in questo caso, sono stati invitati i cittadini morosi a versare quanto dovuto.

3) L'Amministrazione Comunale ha provveduto al cambio dei contratti di gestione della telefonia fissa e mobile.
Dopo un accurato esame delle reali necessità dell'ente, si avrà un risparmio di € 1.700,00 circa a bimestre, per un totale di circa € 10.200,00 annui e di circa € 50.000,00 nel quinquennio.
Si è ristabilito, infine, un ordine della telefonia su cui ripartire i costi in base alle funzioni e alle necessità reali del personale, escludendo l'utilizzo della telefonia a carico dell'ente da parte degli amministratori.

4) Al 30 settembre 2013 l'anticipazione di cassa è stata ridotta da circa € 1.500.000 a circa € 1.000.000.

L'Amministrazione Comunale , in questo modo, intende ristabilire una situazione di equilibrio e giustizia tra tutti i cittadini e contribuenti, soprattutto a difesa di coloro che pagano regolarmente i tributi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta all'evasione e tagli alle spese superflue del sindaco De Carlo per risanare il debito

LeccePrima è in caricamento