Domenica, 19 Settembre 2021
Politica Gallipoli

Minerva e Lopalco abbracciano l’intesa con la lista civica “Fratelli di Scoglio”

Dopo l’intesa con il M5S il sindaco uscente ottiene la convergenza e conclude l’accordo con l’associazione di Luigi Cazzella con l’approvazione di Lopalco: “Il civismo porterà il buon governo anche a Gallipoli”. Fasano pronto con sei liste e il progetto di Comunità

GALLIPOLI - Le grandi manovre della campagna elettorale in terra gallipolina muovono i decisivi passi e dopo l’annuncio dell’intesa tra la coalizione del sindaco uscente Stefano Minerva e il Movimento cinque stelle, è ufficiale anche la convergenza e la presenza in campo della lista civica legata all’associazione politico-culturale “Fratelli di Scoglio”.

Il laboratorio politico mutuato dal primo cittadino uscente, che oltre alla benedizione dell’asse Minerva-Emiliano può contare sulla convergenza decisa del Pd di Gallipoli (che ripresenta in lista il segretario cittadino Tony Piteo) e di ben 12 liste potenziali da schierare ai nastri di partenza, continua ad allargarsi. E sabato scorso al termine di una serie di confronti sui temi programmatici e le nuove prospettive per la città, il sodalizio di Fratelli di Scoglio ha stretto ufficialmente l’intesa con la coalizione di Minerva.   

Proprio dal consulente finanziario e presidente della neonata associazione politico-culturale, Luigi Cazzella (il sodalizio annovera le figure degli ex amministratori Pippi Barba, Giovanni De Matteis, Luigi Suez e una flottiglia di politici, imprenditori e professionisti e tanti volti femminili, di diversa estrazione politica, pronti a sposare la causa) nei mesi scorsi era arrivata una spallata decisiva per smuovere le acque dall’empasse forzato dell’ultima fase amministrativa della città.

Dal confronto dei referenti dell’associazione con il primo cittadino, ricandidato alla guida della città, è emersa la volontà comune di trovare dei punti chiave di collaborazione sui quali costruire l’intesa programmatica e amministrativa.     

A benedire l’accordo, sabato sera, in un incontro privato anche l’arrivo a sorpresa, in quel di Gallipoli, dell’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco. Dopo una breve introduzione per fare il punto e un aggiornamento dettagliato sulla pandemia da covid-19 e l’invito essenziale alla vaccinazione, Lopalco, accompagnato da Minerva, ha sottolineato l’importanza dell’accordo con la nuova civica.

IMG-20210804-WA0006 - Copia-2

“La nuova stagione del civismo è quella proficua per intavolare le pratiche del buon governo anche in una città come Gallipoli” ha detto Lopalco, “e la realtà di Fratelli di Scoglio potrà portare quel contributo di professionisti e cultori del luogo che diventa indispensabile per amministrare una città al passo con i tempi”.

Entusiasta della nuova squadra, che si sta amalgamando in vista della corsa elettorale, il primo cittadino uscente Minerva. E il presidente di Fratelli di Scoglio, Luigi Cazzella, che sarà tra i candidati consiglieri, ha spiegato, nel suo intervento, le ragioni che hanno portato all’accordo, e l’intenzione della nuova lista di essere propositiva e determinante per il futuro della città.

“Il nostro gruppo sempre più eterogeneo e con esponenti di varie estrazioni sociali e politiche, con uomini, donne, imprenditori e professionisti e soprattutto donne e mamme ha valutato da tempo     che non è più procrastinabile il momento dell’impegno civico per dare un contributo di rilancio delle nostra amata Gallipoli” ha spiegato Cazzella, “è assolutamente indispensabile un forte e deciso risveglio delle coscienze critiche e dell’attaccamento verso la città e abbiamo valutato che molti dei nostri obiettivi programmatici coincidevano con quelle del sindaco uscente e quindi abbiano deciso di intraprendere questa nuova avventura al suo fianco pronti a sostenerlo, ma anche a pungolarlo per il bene della città”.

“Come indica anche il nome che abbiamo scelto” ha spiegato ancora Cazzella, “la nostra associazione si è proposta da subito di avere come soci coloro che amano Gallipoli, ovvero lo scoglio che è la nostra culla, la nostra casa e la nostra anima, e che per Gallipoli sono ora anche disposti ad impegnarsi politicamente. La nostra ferma intenzione è quella di scendere in campo nelle prossime amministrative con la nostra rappresentanza civica e con persone che alla politica non chiedono nulla per sé e che, invece, vogliano portare avanti con determinazione alcune battaglie vitali per il nostro paese”.

“Abbiano deciso di scendere in campo” conclude il presidente di Fratelli di Scoglio, “non per inseguire sogni, ma per lanciare e realizzare, nell’arco dei cinque anni di amministrazione, alcuni punti fondamentali che riteniamo di importanza primaria ed essenziale e rimasti chiusi in soffitta per troppi anni. Il vessillo, la bandiera che ci guiderà sarà solo una, il bene per Gallipoli”.

Il tutto mentre a due mesi esatti dalla consultazione elettorale per il rinnovo del consiglio comunale in corsa sul versante opposto c’è ufficialmente solo il candidato sindaco di Gallipoli Futura, Flavio Fasano, espressione del civismo puro e con un progetto ad ampio spettro di “ Città-comunità”, che è pronto da tempo alla nuova sfida per tentare di disarcionare Minerva da Palazzo Balsamo. E al suo seguito dovrebbero esserci almeno sei liste civiche e nuovi accordi in itinere.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minerva e Lopalco abbracciano l’intesa con la lista civica “Fratelli di Scoglio”

LeccePrima è in caricamento