rotate-mobile
Prende corpo l’indicazione del 29 ottobre

Tavolo del centrosinistra, tutti presenti. Riflessione su regole e data delle primarie

Nuovo incontro nel pomeriggio nella sede di Lecce Città Pubblica tra partiti e movimenti civici per le grandi manovre di Lecce 2024. Defilata solo Azione. Entro venerdì l’aggiornamento e le scelte su regolamento e date utili. Per ora oltre a Salvemini anche Patti probabile candidato

LECCE - Parte la settimana decisiva che porterà alla definizione del nuovo regolamento delle primarie di coalizione del Centrosinistra leccese e all’indizione della data di svolgimento della consultazione (si propende per l'indicazione già formulata da Carlo Salvemini del 29 ottobre), e del termine ultimo per la presentazione delle candidature.

Le grandi manovre in vista delle elezioni amministrative di Lecce 2024 passano dalla nuova riunione della coalizione civica, moderata e progressista che si è svolta nella sede di Lecce Città Pubblica. E che segue l’annuncio delle scorsa settimana del sindaco uscente, Carlo Salvemini, che ha sdoganato la sua partecipazione alle primarie della costituenda grande intesa del Centrosinistra.       

Tutti presenti, eccezion fatta per il movimento di Azione di Calenda, per discutere l’ordine del giorno relativo all’avvio della fase organizzativa delle primarie. Presenti, insieme a Pd e Lecce Città Pubblica anche le civiche e le compagini politiche di Con, Coscienza Civica, Noi per Lecce, Movimento Sveglia, Articolo 3, Per la Puglia. E presenti al tavolo della concertazione anche i referenti di Lecce Popolare, Italia Viva, Più Europa, La Puglia in più, Sinistra Italiana, Partito Socialista e Verdi.

Proprio nell’alveo degli ultimi tre partiti di Si, Psi e Verdi è sempre più probabile l’indicazione del secondo, al momento, partecipante alla contesa delle primarie, il consigliere Pierpaolo Patti in predicato di correre con Salvemini per l’indicazione del futuro candidato sindaco.

I nomi caldi per ampliare lo scacchiere sono anche quelli ambivalenti in casa del Pd e della Puglia in Più di Sandra Zappatore e di Dario Stefàno, ma al momento si attende la definizione prioritaria delle regole prima di sciogliere eventuali riserve, o fare atto di desistenza.

In sede di riunione è stata discussa la bozza di regolamento per le primarie condivisa dal Partito Democratico con le forze politiche e i movimenti civici presenti, i quali, concordando sull’impostazione, si sono impegnati a formulare eventuali proposte emendative entro le prossime ore. Seguiranno quindi alcuni giorni di riflessione e analisi sul metodo di svolgimento delle consultazioni interne.   

Pertanto, la coalizione si è data un nuovo appuntamento pomeridiano per venerdì, 15 settembre, per la sottoscrizione dell’Impegno comune per Lecce 2024 che darà il via alla fase organizzativa delle primarie. In quella sede, il tavolo licenzierà anche il testo definitivo del regolamento e confermerà ufficialmente la data delle consultazioni e il termine per la presentazione delle candidature.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tavolo del centrosinistra, tutti presenti. Riflessione su regole e data delle primarie

LeccePrima è in caricamento