menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un piano per accelerare potenziamento del “Santa Caterina”. Sopralluogo di Palese

A poche ore dal suo insediamento per coordinare l’attività di adeguamento dell’ospedale di Galatina, l’ex deputato ha incontrato tecnici e operatori ed ha fatto il punto della situazione con il sindaco Amante

GALATINA - Mentre la situazione epidemiologica ha allentando un po' la pressione sugli ospedali e il ritmo dei ricoveri in Puglia sia almeno oggi calato (diversa la situazione nelle terapie intensive, invece, dove dopo alcuni giorni di calo di ammalati oggi c'è stata una nuova impennata: si è passati dai 191 posti letto occupati sino a ieri a 210 di oggi, con un incremento di 19 unità), a Galatina si lavora per accelerare le procedure di potenziamento del “Santa Caterina Novella”.

A tal fine questa mattina Rocco Palese, medico ed ex parlamentare e consigliere regionale, e delegato dalla direzione generale della Asl di Lecce a sovrintendere i lavori di adeguamento dell’ospedale di Galatina ha effettuato una prima ricognizione nella struttura incontrando poi anche il sindaco Marcello Amante per fare il punto sul crono programma degli interventi che porteranno al potenziamento di reparti e servizi.

A poche ore dal suo insediamento Palese ha incontrato i responsabili tecnici del nosocomio per fare il punto sulle criticità che di fatto ne stanno bloccando l’operatività per poi, in tarda mattinata, confrontarsi con il primo cittadino. Si parte da un punto fermo: la determinazione regionale che affida al Santa Caterina di Galatina un ruolo centrale, al fianco del “Vito Fazzi”, nella risposta sanitaria alla pandemia nel Salento. L’incarico assegnato a Rocco Palese, quindi, è quello di rendere il nosocomio adeguato alle esigenze dell’offerta sanitaria in chiave di contrasto all’emergenza covid, ma non solo, nel più breve tempo possibile. Il tutto anche alla luce delle sollecitazioni giunte da più parti, compresi i sindaci dei territori del comprensorio, per rendere efficiente l’ospedale come struttura Covid, ma anche senza compromettere le ulteriori offerte di salute delle altre unità operative.

“L’incarico assegnato al dottor Palese, dopo le rassicurazioni giunte anche sul fronte del potenziamento di offerta sanitaria dell’ospedale dall’assessore alla Sanità, Lopalco, e dall’assessore Delli Noci, nella videoconferenza della scorsa settimana, è per noi la migliore garanzia sulle intenzioni regionali verso il nostro nosocomio che in questa fase ha una reale opportunità di rilancio” afferma il sindaco Amante, “per questo intendo ringraziare il direttore generale della Asl, Rodolfo Rollo, che si è dimostrato attento alle nostre istanze”

Non ci saranno tagli all’orizzonte ha inteso rassicurare Rocco Palese dopo il suo sopralluogo. “Ci  sarà solo il disagio inevitabile per l’utenza, in questa breve fase di riorganizzazione, spiega Palese, “che con la grande disponibilità riscontrata in tutto il personale del Santa Caterina Novella, spero duri pochissimi giorni”.

Nell’illustrazione del programma operativo fornita poi al sindaco, Palese ha evidenziato che alcuni reparti non solo non chiudono all’utenza tradizionale, ma è previsto che raddoppieranno la loro attività in assoluta sicurezza con percorsi e luoghi separati, garantendo l’accesso sia ai pazienti covid, che ai pazienti no-covid. Ciò accadrà anche nel punto nascita dove le donne potranno continuare partorire e i bambini potranno ricevere cure come sempre, così come le riceveranno in totale sicurezza e in ambienti separati anche se contagiati dal covid.

“La sfida è quella di garantire tutti i cittadini, nella consapevolezza che non ci si ammala di solo covid” conclude il sindaco Marcello Amante, “con l’importante notizia che finalmente sarà riaperto un servizio cardiologico e le rassicurazioni sul mantenimento, in percorsi puliti per no-covid, delle prestazioni di dialisi e nefrologia, di oncologia, di riabilitazione, di oculistica, di psichiatria, del laboratorio analisi, del trasfusionale e probabilmente anche di ortopedia e chirurgia, con le week surgery che dovrebbero poter ripartire. Abbiamo convenuto la necessità nei prossimi giorni di una più dettagliata comunicazione congiunta con il dottor Palese per meglio illustrare ai cittadini il percorso intrapreso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sorpreso a confezionare dosi di cocaina, scatta l'arresto

  • Politica

    Iniezione di personale a Nardò: il Comune assume 53 unità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento