rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Scuola

Con la guardia di finanza, gli studenti divengono “sentinelle attive di legalità”

Si è svolto in mattinata, presso l’Istituto tecnico “Grazia Deledda” di Lecce, l’ultimo dei trenta incontri sul tema del rispetto e della tutela economico-finanziaria

LECCE – A lezione di legalità. Questa mattina, presso l’Istituto tecnico “Grazia Deledda” di Lecce, si è tenuto l’ultimo dei trenta incontri effettuati nell’ultimo biennio scolastico, presso gli istituti di istruzione secondaria di secondo grado del Salento, sul tema del rispetto e della tutela economico-finanziaria. Al progetto, sviluppato dal comando provinciale della guardia di finanza di Lecce col Reparto operativo aeronavale delle fiamme gialle, è stato dato il titolo di “Sentinelle attive di legalità”.  È stato pensato per rafforzare negli studenti e nelle studentesse il concetto di farsi “portatori di sani principi di legalità e giustizia”.

All’evento ha preso parte il colonnello Stefano Ciotti, comandante provinciale di Lecce, Mario Trifiletti, dirigente scolastico territoriale della provincia di Lecce: sono state delineate le conclusioni del progetto soffermandosi sulle domande e sulle curiosità manifestate dai ragazzi. Nella circostanza è stato ricordato agli studenti il sacrificio in termini di vite umane che la Guardia di finanza ha pagato nella penisola salentina con la perdita dei finanzieri di mare Daniele Zoccola e Salvatore De Rosa, caduti nell’adempimento del proprio dovere nelle acque antistanti la Grotta della Zinzulusa.

05042024_120352_FOTO 2

I due militari, all’alba del 24 luglio 2000, imbarcati su una vedetta impegnata in un’operazione di contrasto al traffico di migranti nelle acque del Canale d’Otranto, si posero all’inseguimento di un gommone albanese dal quale erano appena sbarcate numerose persone. Durante le concitate fasi dell’operazione, rese più rischiose in quanto svolte nottetempo, i Finanzieri persero tragicamente la vita allorquando gli scafisti, per evitare la cattura, si gettarono in acqua e, bloccando i comandi, lanciarono deliberatamente la loro potente imbarcazione contro l’unità navale della Guardia di Finanza che, pertanto, fu speronata.  Gli efferati criminali furono poi catturati, processati e condannati con sentenza definitiva per omicidio volontario.

Tutti gli incontri, compreso quello odierno, si sono conclusi con una dimostrazione delle unità cinofile antidroga in servizio presso il gruppo di Lecce, mentre in alcune occasioni gli studenti hanno avuto l’opportunità di visitare gli ormeggi delle unità navali del Corpo a disposizione delle Sezioni operative navali di Otranto e Gallipoli.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la guardia di finanza, gli studenti divengono “sentinelle attive di legalità”

LeccePrima è in caricamento