social

Il mozzicone dove lo butto? Purtroppo a terra. Raccolti oltre 50mila in poche ore

Reso noto il bilancio dell’iniziativa ecologica promossa nei giorni scorsi a Gallipoli dall’associazione “Farò-L’accento sull’ambiente”. Numeri da capogiro in poco tempo fra spiagge e strade cittadine. E parte il monito a tutela dell’ambiente

GALLIPOLI - Buona la prima raccolta di mozziconi di sigarette sparsi in lungo e in largo, sulle spiagge, e per le strade di Gallipoli. Con numeri da capogiro e che fanno riflettere. L’iniziativa ecologica del giovane team locale “Farò-l’accento è sull’ambiente” promosso nei giorni scorsi ha riscontrato un grande seguito e segnato un solco in quello che deve essere l’approccio alle tematiche della tutela del territorio e del rispetto dell’ecosistema.

E nei sacchetti della raccolta speciale, condotta in due giornate nell’ambito dell’iniziativa “piccolo grande errore”, sono finiti 52mila mozziconi di sigarette raccolti dalle strade della città bella. Numeri registrati e che ci siamo fatti ripetere nel timore di aver compreso male.

"Nonostante i 52mila mozziconi raccolti dalle strade della nostra città” spiega il presidente del sodalizio giovanile Federico Perrella, “e  avete letto bene, 52mila, in sole poche ore, questo dato deve farci riflettere, considerando che si tratta di una goccia nel mare, rispetto alle migliaia di miliardi di mozziconi gettati a terra in un anno. Si stima che ogni anno vengono gettati a terra 5 mila miliardi di mozziconi e che la cicca sia il rifiuto più abbondante presente sulle spiagge del Mediterraneo”.

Locandina_Faro-2

Sulla scorta delle statistiche internazionali ogni anno vengono fumate più di 6 trilioni di sigarette in tutto il mondo, il che può portare a più di mezzo milione di tonnellate di mozziconi di sigaretta rilasciate nell’ambiente.

Anche il Comune di Gallipoli ha sostenuto e patrocinato l’iniziativa. Convinti che il passo più semplice da fare sia questo, il movimento giovanile “Farò” ha organizzato quindi una sorta di “gara” di raccolta di mozziconi, a squadre composte da giovani raccoglitori, su tutto il territorio comunale, per sensibilizzare la comunità e per cercare di far arrivare chiaro il messaggio: “Pensa globale, agisci locale”. 

L’obiettivo proprio quello di sensibilizzare la comunità al corretto smaltimento di un rifiuto sempre più abbondante e pericoloso per l’ambiente: il mozzicone di sigaretta. Infatti, si stima che, ogni anno, il numero di mozziconi abbandonati sia di 5 mila miliardi e rappresenti il 40 per cento dei rifiuti ritrovati nelle spiagge del mar Mediterraneo.

Al termine della raccolta “differenziata” sono state inaugurate anche delle colonnine pensate per l’esclusivo smaltimento di questo rifiuto con l’obiettivo avallato dall’amministrazione comunale di poter dotare dei nuovi raccoglitori tutto il suolo comunale in tempo breve.

“Il nostro percorso nasce però agli inizi di febbraio, quando parlando tra amici del più e del meno si stava facendo largo tra di noi la voglia di dire la nostra” spiega il giovane presidente Perrella, “da quel momento è partito un progetto di ricerca sul tema ambiente che ci ha permesso di capire quanto la situazione attuale sia delicata e quanto sia indispensabile dare anche il nostro contributo. Tale iniziativa ci ha fornito un risultato che ci rende felici, ma che non deve assolutamente appagarci”.

IMG_0194-2

La campagna di raccolta ha visto il coinvolgimento di quasi 50 volontari che hanno sposato la causa promossa dall’associazione. Notevole anche l’interesse creato nei passanti, che si sono fermati presso gli stand in piazza Tellini al fine di essere informati e sensibilizzati sull’iniziativa, sulla mission e sulle criticità della problematica. Tanti i giovanissimi che hanno dimostrato grande sensibilità alle tematiche ambientali e anche l’interesse di stakeholder pubblici e privati, sensibili a supportare lo sviluppo dell’iniziativa.

“Un’iniziativa che abbiamo subito accolto e supportato” commenta il sindaco Stefano Minerva, “un'attività pensata da giovani di valore e quanto immaginato rende loro onore. Mi auguro che possa essere da esempio per molti e che il movimento giovanile possa andare avanti con successo sensibilizzando l’intera comunità”.

unnamed-31-47

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mozzicone dove lo butto? Purtroppo a terra. Raccolti oltre 50mila in poche ore

LeccePrima è in caricamento