Giovedì, 17 Giugno 2021
Sport

Kombat league: i campioni italiani sono salentini

Si chiamano Alessia Coluccia e Lal Lisi i ragazzi che si sono aggiudicati il titolo italiano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

“La prima regola del Fight Club: non si parla del Fight Club. Seconda regola del Fight Club: non dovete parlare mai del Fight Club” (cit.). 

Invece noi ne parliamo e lo facciamo anche con un certo orgoglio visto che, ancora una volta, la palestra Zen Shin di Galatina, con le performances dei suoi atleti, riesce a regalare prestigio alla nostra città e a tutto il Salento.

Quello passato è stato un fine settimana intenso e impegnativo per il Maestro Antonio Buono, che con la sua Palestra, ha partecipato ai Campionati Assoluti Nazionali “Kombat League” svoltisi il 22 novembre a Fiano Romano (RM). L'MMA, il K1, la Muay Thai, il Pugilato, il Kung Fu – Sanda sono solo alcune delle discipline marziali che hanno intrattenuto il vasto pubblico presente alla manifestazione.

Non sono poche le cinture portate a casa: Lal Lisi (2001) si è aggiudicato il titolo italiano di Muay Thai KL (cat. 14/16 anni), mentre Alessia Coluccia ha vinto il titolo italiano di K1 (prima serie), Muay Thai (prima serie)Pugilato (seconda serie)

Due atleti che hanno imparato dal loro maestro il segreto che consente di trasformare passione e sacrificio in vittorie e successi. 

Buone anche le performances di Simone Chittano, Gabriele Sorano Simone Cino, che hanno comunque tenuto alto l’onore della Zen Shin ma non sono riusciti a conquistare il podio.

Un inizio stagione niente molto promettente per la Zen Shin, soddisfatto il Maestro Antonio Buono che riprende immediatamente la preparazione per le prossime gare previste già per il week end del 28 e 29 novembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kombat league: i campioni italiani sono salentini

LeccePrima è in caricamento