rotate-mobile
Volley

Il Salento che si afferma al Nord: la stagione ad alti livelli di Maria Adelaide Babatunde

La pallavolista nata a Gagliano del Capo ma originaria di Ruffano sta giocando a Brescia la sua terza stagione in A2, mettendo in mostra una crescita non indifferente

Spesso si discute su quali siano i confini effettivi del Salento. Se la questione dovesse essere spostata a livello sportivo, più precisamente pallavolistico, ci si accorgerebbe che la regione pugliese è geograficamente sterminata. Ad esempio persino a Brescia, dunque a mille chilometri di distanza, il Salento sa come farsi notare e amare. È il caso di Maria Adelaide Babatunde, pallavolista nata a Gagliano del Capo ma originaria di Ruffano e punto di riferimento da diversi mesi della Millenium Brescia, formazione che milita nel campionato di A2 femminile.

È la terza stagione di fila nella seconda categoria nazionale per la 25enne di origini afro-brasiliane e la maturità acquisita quest’anno è sotto gli occhi di tutti. Con i suoi 188 centimetri, infatti, Maria Adelaide si sta rivelando l’arma in più del club lombardo per conquistare una salvezza che ormai sembra a portata di mano dopo tante settimane difficili. I numeri della centrale salentina fanno capire come il suo percorso pallavolistico sia giunto a una importante svolta.

Ad esempio, con i 150 punti realizzati in 20 gare è vicina al record personale che risale allo scorso anno, quando militava con le romagnole dell’Omag Marignano: in quel caso i punti furono 174 in 24 partite, di conseguenza Maria Adelaide Babatunde ha tutte le capacità di ritoccare questo bottino. Lo stesso discorso vale per i muri, vero e proprio pane quotidiano per qualsiasi centrale. La giocatrice pugliese ne ha messi a segno 50, mentre un anno fa furono 58, altro record che può essere migliorato senza problemi. Sono già stati ritoccati al rialzo invece gli ace (22 contro i 16 del campionato 2022-2023).

È la testimonianza di come la Serie A2 sia una categoria che conosce molto bene dopo una lunga carriera cominciata nelle giovanili del Volley Ruffano. Il suo esordio in B1 risale alla stagione 2015-2016 (a Rimini), poi si è messa in mostra col Riotorto, a Isernia e a Sant’Elia Fiumerapido (Frosinone), contribuendo alla promozione in A2 della squadra ciociara. Nel 2021 è arrivato l’agognato esordio in A2, in quel di Olbia, la prima tappa di quella che sembra una promettente ascesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Salento che si afferma al Nord: la stagione ad alti livelli di Maria Adelaide Babatunde

LeccePrima è in caricamento