Mercoledì, 4 Agosto 2021
Galatina

Una giornata speciale. Un gruppo di disabili in visita alla scuola di volo di Galatina

Il 61esimo Stormo ha aperto le porte della scuola di volo all'associazione "Nov@alba" di Sannicola. Tra simulatori, velivoli, computer e divise, un gruppo di persone con disabilità ha conosciuto una delle eccellenze dell'aeronautica militare

Foto di gruppo al termine della visita.

GALATINA – Una giornata davvero speciale quella vissuta ieri dalle donne e dagli uomini con disabilità che fanno capo all’associazione culturale “Nov@alba” di Sannicola, a Lecce. Il 61esimo Stormo dell’Aeronautica militare ha infatti aperto loro le porte della base militare che si trova nel cuore della provincia di Lecce, in territorio di Galatina.

I visitatori, accolti dal personale del reparto, hanno visitato la sala equipaggiamento dove i piloti si preparano prima del decollo, l’ufficio meterologico che è di fondamentale importanza per la programmazione di tutta l’attività della scuola di volo, ma hanno anche potuto ammirare i simulatori che rappresentano l’ultima frontiera dell’addestramento e i velivoli MB339A e CD che fanno bella mostra di sé all’interno dell’hangar.

Il centro di addestramento del 61esimo Stormo è da tempo un punto di riferimento anche a livello internazionale: in questi mesi sono ospiti della scuola di volo allievi greci, austriaci, di Singapore e del Kuwait. Presso la base di Galatina si formano gli allievi piloti fino al conseguimento del brevetto di pilota militare, di quello pre-operativo propedeutico all’immissione su velivoli aero-tattici e infine di quello per istruttori di volo.

La visita si è conclusa con la consegna del “crest” del 61esimo Stormo, da parte del capo ufficio Ccomando, tenente colonnello Giuseppe Vantaggiato, al responsabile dell’associazione “Nov@lba. Per il colonnello Sergio Cavuoti, comandante del 61esimo Stormo, “l’iniziativa, che si inserisce nelle varie attività che il reparto aeronautico salentino svolge a favore della collettività, rappresenta un ulteriore modo per testimoniare la vicinanza della comunità militare verso chiunque si trovi in condizioni di difficoltà. Già sapere di essere al servizio della collettività per assicurare pace e sicurezza ci rende orgogliosi e fieri, ma poter regalare qualche momento di gioia e spensieratezza a persone meno fortunate di noi, ci gratifica e ci dà la carica per lavorare con ancor maggiore passione e con la piena consapevolezza dei nostri mezzi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una giornata speciale. Un gruppo di disabili in visita alla scuola di volo di Galatina

LeccePrima è in caricamento