rotate-mobile
Cronaca Seclì / Largo Roma

In fiamme le auto di un pescatore e di un imprenditore edile: danni anche alla facciata di un immobile

I roghi, fra la mezzanotte e le 4 e mezzo, sono divampati a Seclì e a Merine, la frazione di Lizzanello. In entrambi i casi, oltre ai vigili del fuoco, sono intervenuti i carabinieri per avviare le indagini

SECLÌ/LIZZANELLO – Due gli incendi di auto, divampati nelle scorse ore nel Salento: uno a Seclì, l’altro a Merine. Intorno a mezzanotte e mezzo, per cominciare, un misterioso rogo ha gravemente danneggiato la Volskwagen Golf di proprietà di un pescatore 39enne del luogo, noto alle forze dell’ordine per vecchi precedenti. La vettura era parcheggiata in Largo Roma quando ha preso fuoco nella parte anteriore.

Residenti e proprietario hanno allertato la sala operativa del 115 e sul luogo sono accorsi i pompieri del distaccamento di Gallipoli. Spente le fiamme, il personale del 115 ha avviato una serie di verifiche alla presenza dei carabinieri della compagnia gallipolina. Sono in corso ulteriori approfondimenti per stabilire la causa dell’incendio: al momento non può essere esclusa alcuna pista, compresa quella dolosa.

Image-1-46

Un secondo incendio è inoltre scoppiato poco prima dell’alba a Merine, la frazione di Lizzanello, non lontano dal cimitero. Ad andare in fumo la vettura di un uomo del luogo, un imprenditore edile, i cui danni sono tuttora in fase di quantificazione. Le lingue di fuoco partite dal veicolo, inoltre, hanno anche colpito la facciata di un edificio, annerendolo lievemente. Anche per questo episodio, oltre ai pompieri del comando provinciale, sono intervenuti i militari dell’Arma della compagnia leccese per avviare le indagini e stabilire la matrice dell'episodio.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fiamme le auto di un pescatore e di un imprenditore edile: danni anche alla facciata di un immobile

LeccePrima è in caricamento