rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Gallipoli Gallipoli

Sbancano suolo a ridosso della spiaggia con la ruspa: sequestro e denunce

Un gruppo di individui, tutti di Galatone, deferito dai carabinieri a Gallipoli. Sigilli a un’area di 260 metri quadrati e a un mezzo meccanico, intestato al padre di uno dei tre. Ulteriori accertamenti in corso

GALLIPOLI – Un terreno sequestrato, sigilli a una ruspa e tre individui denunciati. È il bilancio di un sopralluogo eseguito nel pomeriggio di ieri,  intorno alle 16,30, a Baia Verde, dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli. I militari dell’Arma, che stavano perlustrando la zona durante un normale controllo, hanno scorto strani movimenti su un’area privata, a ridosso della spiaggia: nella sabbia, infatti, i tre individui stavano ricoprendo con dei rastrelli le tracce di un cingolato, lasciate poco prima e ancora molto visibili.

Quelle scie sono risultate compatibili con una ruspa parcheggiata nelle vicinanze, di proprietà del padre di uno dei tre indagati. Questi ultimi, tutti di Galatone e di età compresa tra i 30 e i 40 anni, non hanno apparentemente alcun legame con il titolare della ditta edile "Icm" con sede a  Casarano e proprietaria del suolo. Gli inquirenti si sono fermati e hanno posto sotto sequestro l’area di 260 metri quadrati, il mezzo meccanico e per i tre è scattata la denuncia in stato di libertà.

Risponderanno dell’accusa di deturpazione e alterazione del territorio. Sono tuttora in corso degli accertamenti, per stabilire che cosa ci facesse il gruppo sulla porzione privata di terreno: non è dato sapere se siano stati incaricati da qualcuno. Un’eventualità sulla quale i carabinieri indagheranno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbancano suolo a ridosso della spiaggia con la ruspa: sequestro e denunce

LeccePrima è in caricamento