Notizie da Gallipoli

Turisti e viabilità nel centro storico. “Ztl e area pedonale, necessaria proroga”

Le associazioni di residenti e commercianti rinnovano la sollecitazione all’amministrazione comunale per l’estensione della zona a traffico limitato sino a novembre

Il cartello di indicazione della ztl

GALLIPOLI - Voce unanime e corale da parte dei residenti del centro storico gallipolino alla quale fa eco anche la richiesta esplicita della categoria dei commerciati e ristoratori della città vecchia. Anche perché c’è anche una situazione di potenziale pericolo da scongiurare. La richiesta, per altro già avanzata a metà settembre dai residenti, all’indirizzo dell’amministrazione comunale, resta in piedi: prorogare almeno sino al ponte del 2 novembre la zona a traffico limitato e l’area pedonale del borgo antico. Contenimento e limitazione al traffico che quest’anno sono stati in vigore, in base all’ordinanza di inizio estate, sino allo scorso 30 settembre.

Ma dall’associazione dei commercianti e imprenditori di Gallipoli e dal sodalizio degli Abitanti e amici del centro storico, tramite i propri referenti, rispettivamente il presidente Matteo Spada e il portavoce Roberto Piro, è partita la nuova sollecitazione. Tanto la ztl, e la relativa area pedonale urbana, devono essere ulteriormente prorogate vista la discreta affluenza di turisti e visitatori che ancora si aggirano per le vie e i meandri del centro storico. Nel dettaglio il presidente dell’associazione commercianti, Matteo Spada ha inoltrato una richiesta formale al sindaco  Stefano Minerva al fine di inibire la circolazione stradale nel centro storico sino al 2 novembre, ma “ad esclusione del periplo murario” per rendere il centro storico più vivibile e fruibile.

Da parte dell’associazione dei residenti un’altra istanza formale in tale direzione è stata inoltrata all’attenzione del primo cittadino e degli assessori al centro storico e alla polizia locale. “La richiesta di proroga avanzata da questa associazione, e condivisa da larga parte della popolazione, era ed è motivata  dal permanere di tutte le condizioni in relazione alle quali è stata istituita la Ztl e l’Area pedonale urbana” spiega il portavoce Roberto Piro, “con particolare riferimento all’esigenza di contenere l’inquinamento atmosferico ed acustico causato dalla circolazione dei numerosi veicoli a motore nel centro storico, nonché l’esigenza di migliorare la vivibilità e la fruibilità dello stesso da parte dei residenti e dei turisti e di tutelare la circolazione pedonale, l’ordine pubblico ed il patrimonio culturale di valore storico-artistico”.

Richiesta per lo più motivata dalla presenza di numerose attività commerciali all’aperto, la cui autorizzazione è prevista sino a tutto il 31 ottobre ed, in alcuni casi, sino al 20 novembre, compatibile con l’obiettivo di allungare gli effetti positivi sull’economia cittadina e con la destagionalizzazione dell’offerta turistica. “Tutto questo non è conciliabile con i flussi di autoveicoli a motore che già hanno invaso le riviere e che, cosa molto più grave, potrebbero invadere anche le vie interessate all’area pedonale urbana” lamenta Piro, “appartengono ad una sfera decisionale della politica le scelte, anche apprezzabili, di far tenere ancora attivi gli esercizi commerciali all’aperto, ma ci preme segnalare come ciò debba avvenire in sicurezza per gli utenti, gli operatori commerciali, gli avventori ed i normali cittadini. Il transito e la sosta indiscriminati sulle riviere determina già disagio, rumori, emissione di gas di scarico e difficoltà di parcheggio per tutti, ed il transito di autoveicoli e motocicli all’interno dell’area pedonale sarebbe tale da poter determinare un serio pericolo per l’incolumità stessa delle persone, oltre che un danno all’immagine della città”.

A beneficio di ciò l’associazione dei residenti segnala che gli accessi alle vie De Pace, Duomo, Sant’Angelo, Galateo, Garibaldi e Briganti, sono dotati di segnaletica stradale con l’indicazione della validità sino al 30 settembre. Quindi, di fatto, in questo periodo è già consentita la circolazione. E se ciò non avviene lo si deve esclusivamente “al buon senso” degli automobilisti.

“Torniamo, quindi, a chiedere l’emanazione di un provvedimento urgente che prolunghi la validità di ztl ed Apu sino al 1° novembre prossimo, sia pure con modalità orarie diverse” conclude Roberto Piro, “al dirigente della polizia municipale chiediamo inoltre di voler verificare se sussistano le condizioni di sicurezza per poter garantire il transito veicolare e la contestuale occupazione di suolo pubblico per attività commerciali in zona Apu e, nella restante parte del centro storico, laddove, sovente, persiste l’occupazione abusiva di suolo pubblico, se sussistano le condizioni di sicurezza per la circolazione pedonale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento