Domenica, 13 Giugno 2021
S.M. Leuca

Sosta con tariffa agevolata per alcuni: il turista si sente "pollo da spennare"

Una segnalazione da San Gregorio, marina di Patù. L'abbonamento mensile prevede sconti per residenti, commercianti e proprietari di immobili

PATU’ –  Una tariffa discriminatoria, secondo l’autore della segnalazione. Comuni agevolazioni per alcune categorie, sostiene il sindaco di Patù, Gabriele Abaterusso.

Oggetto del contendere il costo dell’abbonamento mensile per il parcheggio nelle strisce blu: 25 euro per i residenti, per i proprietari di immobili sul territorio comunale, per i titolari di attività commerciali e per i dipendenti, 60 euro per tutti gli altri. La segnalazione è riferita alla splendida marina di San Gregorio dalla quale un lettore ha deciso di portare il caso all’attenzione di questa testata.

"In una delle zone più affascinanti del nostro Salento si è deciso che, a seconda della provenienza del proprietario del veicolo, l'abbonamento al parcheggio mensile costasse 25 euro per i residenti o proprietari di immobili siti in territorio comunale e marine e 60 per i non residenti. Come dire: se io sono del posto pago le pesche a 1 euro al chilo, ma se sono un turista le pago 3 euro al chilo. Si dovrebbe imporre una scuola di formazione nell'accoglienza turistica per queste menti, secondo le quali il turista, piuttosto che una risorsa, resta sempre un pollo da spennare”.

Chiamato in causa, il primo cittadino conferma il provvedimento motivandolo come un doveroso gesto di attenzione nei confronti di chi vive Patù e le marine per tutto l’anno. Sono 300 in tutti i posti auto soggetti a tariffazione (è possibile, ma solo per le categorie agevolate, l’abbonamento trimestrale al costo di 70 euro).

La decisione di istituire i parcheggi a pagamento, ha ricordato Abaterusso, fu presa qualche anno addietro anche per consentire una turnazione sugli stalli che d’estate sono particolarmente ambiti e che prima venivano occupati in maniera pressoché stabile. D’altra parte l’utilizzo del mezzo privato continua a essere di gran lunga quello privilegiato: il servizio Salento in Bus, ha chiosato il sindaco, non riesce a soddisfare la domanda esistente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta con tariffa agevolata per alcuni: il turista si sente "pollo da spennare"

LeccePrima è in caricamento