Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

Incidenza di nuovi casi, primi segnali di ritirata. Due positivi tra il personale medico

Bollettino regionale: 165 diagnosi di infezione confermate, di cui 59 in provincia di Lecce. Sostanzialmente invariato il carico ospedaliero, due i decessi registrati

LECCE - Carico ospedaliero sostanzialmente stabile e incidenza di nuovi casi che sembra aver invertito il trend dopo una fase ascendente durata circa un mese: è questo il sunto del bollettino regionale odierno che riferisce anche di due decessi. 

I test risultati positivi sono 165, di cui 59 in provincia di Lecce. Questi dati portano l'incidenza, calcolata su sette giorni, rispettivamente a 44 diagnosi di infezione ogni centomila abitanti in ambito regionale e a 65 su scala provinciale ( i valori ieri erano di 48 e 68). I pazienti in terapia intensiva sono 23 (con due ingressi nelle ultime 24 ore), mentre negli altri reparti ci sono 137 degenti.  Diminuisce il numero complessivo dei casi attualmente positivi nella regione, pari oggi a 4.201 (ieri era di 4.235). 

In attesa dell'aggiornamento sul dato delle vaccinazioni, bisogna segnalare la scoperta, negli ultimi giorni, di due casi di positività tra il personale sanitario: si tratta di due medici operativi il primo, pediatra, nell'ospedale di Lecce e il secondo, otorino, a Gallipoli. Entrambi sono vaccinati.

La vaccinazione, come i dati che si vanno accumulando a livello mondiale dimostrano sempre più chiaramente, garantisce una buona tutela rispetto al rischio di infezione da Sars Cov-2, mentre la protezione diventa molto elevata rispetto al pericolo di sviluppare la malattia, il Covid-19. Dunque è sempre possibile risultare positivi, anche se vaccinati, ma è assai improbabile che l'infezione crei problemi. La carica virale, inoltre, tende a scemare molto più velocemente.

Secondo il report dell'11 agosto dell'Istituto Superiore di Sanità (qui le infografiche di Paolo Spada), nel periodo dal 9 luglio all'8 di agosto, il 66.6 percento dei nuovi positivi non era vaccinato e il 17.8 lo era con una sola dose, il 15.6 con entrambe; il 75.3 percento dei ricoverati non era vaccinato, il 9.3 aveva ricevuto solo una dose, il 15.4 con entrambe; l'81.5 dei pazienti in terapia intensiva non era vaccinato, il 7.3 percento lo era con una sola dose, l'11.2 con entrambe; il 74.9 percento dei deceduti non era vaccinato, il 7.3 lo era con una sola dose, il 17.8 con entrambe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenza di nuovi casi, primi segnali di ritirata. Due positivi tra il personale medico

LeccePrima è in caricamento