Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

I giudici hanno deciso: la cooperativa continua la gestione nella pineta delle Fontanelle

Con la recente sentenza si definisce il contenzioso con il Comune di Ugento sull’attività del Lido Pineta e del parco comunale che resta nelle mani del gestore sino al 2025. Revocato il provvedimento provvisorio che aveva temporaneamente favorito l’ente

UGENTO - Il provvedimento provvisorio che aveva temporaneamente restituito la pineta e il parco attrezzato in località “Fontanelle” sul litorale di Ugento nella disponibilità del Comune, dopo ben 32 anni, è venuto meno. E il gestore privato potrà continuare a svolgere la propria attività, essendo stata riconosciuta la natura privatistica dell'accordo con l’ente comunale.

Il Tribunale di Lecce ha infatti deciso che la cooperativa “Impegno Popolare” di Ugento continuerà anche nei prossimi anni l’attività del lido pineta nell’ambito del Parco delle Fontanelle di Ugento. Il giudice unico del Tribunale, Antonino Ierimonti, con sentenza di merito del 4 giugno scorso, ha disatteso la richiesta del Comune ionico di interrompere anzitempo un ultratrentennale rapporto instaurato con la cooperativa Impegno Popolare per la gestione e la fruizione di circa quattro ettari della pineta comunale del litorale.

L’amministrazione comunale del sindaco Massimo Lecci aveva inteso che il rapporto con la cooperativa in questione fosse regolato secondo i principi della “concessione-contratto” con preminenza dell’interesse pubblicistico e che avesse avuto termine ad ottobre del 2019.

La pineta, di proprietà comunale, era stata concessa alla cooperativa nel 1988 per un periodo di tre anni poi rinnovabili di volta in volta. Lo scopo era quello di realizzare, tramite dei fondi regionali, un parco naturale attrezzato.

La concessione è stata così prorogata di triennio in triennio fino a quando il municipio ugentino ha rivendicato il diritto di recesso e chiesto alla cooperativa il rilascio della zona verde in vista della scadenza avvenuta il 13 ottobre di circa due anni addietro. Da qui un primo ricorso della cooperativa al Tar, il quale ha dichiarato la propria incompetenza. Successivamente la cooperativa si è rivolta al tribunale ordinario. 

I giudici si sono ora espressi ed hanno accolto la tesi difensiva dei legali della cooperativa, gli avvocati Salvatore Nisi, Silvestro De Donno e Andrea Angelelli, secondo i quali invece il rapporto fra il Comune di Ugento e la cooperativa aveva sin dall’origine natura privatistica e locatizia, con scadenza a fine anno 2025 in virtù dei vari rinnovi per legge.

Con tale sentenza il giudice ha, quindi, revocato e dichiarato inefficace il provvedimento provvisorio e di urgenza reso circa un anno fa dal Tribunale collegiale che aveva accolto il reclamo del Comune contro un primo provvedimento di diniego della misura cautelare ed aveva ordinato alla cooperativa il rilascio della pineta comunale a favore proprio del Comune di Ugento.

Il giudice unico con la recente sentenza di merito ha, pertanto, riammesso la cooperativa nella gestione della pineta comunale per l’esercizio della sua storica attività. Soddisfazione è stata espressa dal presidente della cooperativa “Impegno Popolare”, Graziano Dell’Accantera e da tutti i soci che hanno visto preservato molti posti di lavoro, e che potranno, già nella stagione estiva ormai alle porte, far sì che il lido Pineta continui ad essere operativo.  

“L’auspicio” aggiunge il presidente Dell’Accantera “è quello che in futuro i rapporti con l’amministrazione comunale e con il sindaco che la rappresenta siano più sereni, nel comune intento di promuovere il territorio e  di mantenerlo nella sua splendida attuale integrità e per far sì che il Lido Pineta continui ad essere uno dei fiori all’occhiello della marina ugentina, fra soddisfazione dei frequentatori e massima tutela dell’ambiente boschivo sempre garantito”.

Pineta ugento-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giudici hanno deciso: la cooperativa continua la gestione nella pineta delle Fontanelle

LeccePrima è in caricamento