I lavori per la fognatura rovinano gli affari: viabilità limitata, code nei giorni caldi

I titolari del bar della stazione sollecitano una riapertura parziale della corsia in entrata da viale Quarta, chiusa per il cantiere Aqp

Il cantiere, proprio davanti al piazzale.

LECCE – All’inizio e alla fine del periodo pasquale, la stazione ferroviaria di Lecce è un pullulare di turisti, studenti di rientro dalle sedi universitarie, lavoratori trapiantati in altre regioni: abituali le code in coincidenza con gli orari di arrivo e partenza dei treni.

Quest’anno, però, giungere al terminale del capoluogo è stato ancora più complicato. I lavori in corso per l’estensione e il potenziamento della rete fognaria sono giunti nel tratto finale di viale Oronzo Quarta, subito prima del piazzale ma resta chiusa l'intera strada, sul lato in entrata da viale Gallipoli. Per regolare il transito da e per la stazione è stata approntata una viabilità alternativa che però nei giorni di punta diventa un imbuto: a rischio il rispetto dei tempi da parte dei viaggiatori in partenza e il deflusso dopo gli arrivi.

Vi è però anche un ulteriore aspetto da tenere in considerazione, cioè le ripercussioni sui ricavi degli operatori commerciali che insistono nella zona, a partire dal bar che si trova all’interno della stazione. Una comunicazione per Acquedotto Pugliese è dunque stata inoltrata dai titolari ancora prima dell’arrivo delle festività: la richiesta, motivata con un sensibile calo degli incassi dall’inizio del mese di aprile rispetto allo stesso periodo del 2018, era quella di garantire il transito almeno su una parte della corsia attualmente occupata dai lavori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La riapertura parziale invece non c’è stata e ora la speranza è che qualcosa si possa fare in vista della Festa della Liberazione (giovedì prossimo) e del Primo Maggio, la Festa dei lavoratori (mercoledì). La società che gestisce il bar impiega venti dipendenti e verso a Ferrovie dello Stato un canone di affitto ritenuto molto oneroso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento