rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Il bollettino regionale

A Lecce e provincia vaccinazioni pediatriche complete oltre il 47 per cento

Il bollettino regionale conta 6.872 nuovi casi e nove decessi. S’incrementa il numero dei bambini dai 5 agli undici anni che ha completato il ciclo vaccinale. Due gli hub attivi. Anche con la fine dell’emergenza restano gratuiti test e tamponi disposti per vigilanza Asl

LECCE - L’avvio della fase post emergenziale fa registrare una inclinazione al ribasso dei casi di contagio al Covid-19 e alle sue varianti in Puglia. Il bollettino regionale conta oggi 6.872 casi di positività su 34.592 tra test antigenici e molecolari effettuati, con un tasso giornaliero che oscilla sempre intorno al 20 per cento.

Si registrano anche nove nuovi decessi. Degli oltre seimilaottocento casi positivi rilevati 2.233 sono quelli riconducibili alla provincia di Bari, 499 quelli della provincia di Barletta-Andria-Trani, 723 quelli della provincia di Brindisi. E ancora 914 quelli della provincia di Foggia, 1.595 quelli della provincia di Lecce e 849 quelli della provincia di Taranto. Tra i residenti fuori regione si contano altri 44 casi e per altri quindici la provincia di appartenenza non è stata ancora definita.

Nuova risalita dei ricoveri in area medica, non critica, ma con sintomatologie legate all’infezione: oggi i pazienti sono 679 (rispetto ai 656 registrati sino a ieri) e 38 restano invece i casi più gravi in terapia intensiva. Il numero delle persone attualmente positive di 118.596 con 6.608 guarigioni certificate nelle ultime ore.

Il numero totale dei contagi in Puglia dall’inizio della pandemia sale ora a 924.698, di cui 183.626 quelli registrati in provincia di Lecce.

Leggi il bollettino

Ultimi dati su campagna vaccini

L’aggiornamento ormai settimanale indica che sono 1.782.288 le dosi di vaccino somministrate finora a cittadini residenti in provincia di Lecce, di cui 649.429 prime dosi, 635.794 seconde dosi, 21.336 monodose, 475.729 terze dosi.

Il 68,62 per cento della popolazione over 12 residente ha ricevuto la terza dose di vaccino anti-covid. Lusinghiero il dato delle vaccinazioni pediatriche: il 54.7 per cento dei bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni ha ricevuto una dose di vaccino e il 47.02 per cento ha completato la vaccinazione.

In provincia di Lecce restano attivi ora due hub vaccinali: quello del museo Castromediano di Lecce (dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 18,30. Sabato dalle 8,30 alle 13,30) e quello presso l’ex ospedale di Gagliano del Capo (dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 17,30. Sabato dalle 8,30 alle 13,30).

L'accesso alla vaccinazione continua ad essere libero per prima, seconda e terza dose. Per le vaccinazioni pediatriche (fascia 5-11 anni) occorre rivolgersi al pediatra di libera scelta che concorderà la vaccinazione con il Sisp territoriale.

Restano gratis test disposti dalla Asl

Il Dipartimento promozione della salute della Regione Puglia, con circolare odierna diramata a tutte le articolazioni sanitarie e alle organizzazioni professionali, ha precisato che, a far data da oggi, 1 aprile 2022, l’esecuzione dei test molecolari e antigenici rapidi da parte di laboratori, professionisti, farmacie, che vengono effettuati per motivi di sanità pubblica connessi alla gestione delle attività di sorveglianza epidemiologica da Covid-19, continua ad essere garantita con oneri a carico del Servizio sanitario regionale sulla base di protocolli d’intesa e convenzioni vigenti.

“Come più volte detto, la fine dello stato d’emergenza non equivale alla fine della pandemia” spiega l’assessore alla Sanità, Rocco Palese, “solo nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 35.592 test giornalieri e 6.872 persone in Puglia sono risultate positive al covid. La dimensione delle attività di monitoraggio è ancora molto ampia e pertanto i cittadini pugliesi potranno continuare ad avvalersi gratuitamente dei test molecolari e antigenici, quando questi sono disposti nell’ambito delle attività di sorveglianza delle Asl, recandosi nelle strutture, laboratori, farmacie e dai professionisti autorizzati”.

“In continuità con il lavoro portato avanti sinora” aggiunge il direttore del Dipartimento, Vito Montanaro, “abbiamo ribadito che l’esecuzione dei test Sars-Cov-2 deve essere assicurata dalle strutture e dai professionisti autorizzati facenti parte della rete regionale. Prosegue quindi alla stessa intensità il lavoro corale per garantire ai cittadini che risultano positivi al covid il servizio più efficiente e di prossimità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Lecce e provincia vaccinazioni pediatriche complete oltre il 47 per cento

LeccePrima è in caricamento