Attualità

Burrasca, mare mosso e rischio di temporali, scatta l'allerta arancione

Il bollettino della Protezione civile riguarda buona parte della Puglia, fra cui il Salento ed è valido per le piogge fino a domani e per i venti fino a martedì mattina

LECCE – Forti raffiche di vento fin da ieri, tanto che gli appassionati di kite-surf non si sono lasciati sfuggire l’occasione di lanciarsi in prodigiosi volteggi fra mare e cielo (nella foto in apertura, Porto Cesareo oggi). Nelle prossime ore, poi, vi sarà anche il concreto rischio di temporali molto violenti. È quanto emerge dai bollettini meteo che si stanno susseguendo in Puglia e che, sia per i venti, sia per le piogge, rimandano un’allerta arancione.

Fin dalle ore 20 di ieri, e per le successive 48 ore, infatti, sono stati previsti venti di burrasca o burrasca forte, con mareggiate sulle coste. Nel pomeriggio, poi, la Protezione civile regionale ha aggiornato la situazione con una nuova comunicazione, riguardante il rischio di temporali.

“Una vasta area depressionaria che insiste sull’Europa centro-meridionale - spiega una nota -, continua a determinare un’intensa fase di maltempo anche sull’Italia, con precipitazioni temporalesche che, tra oggi e domani, interesseranno prevalentemente le regioni del centro-sud. La ventilazione, generalmente sostenuta dai quadranti occidentali, sarà caratterizzata da due diversi impulsi di maestrale che, localmente, raggiungeranno intensità di burrasca”. Solo martedì l’area depressionaria si sposterà poi verso i Balcani, lasciando spazio un temporaneo miglioramento.

Viste le premesse, il Centro funzionale decentrato della Regione Puglia ha emanato un’allerta arancione per rischio idrogeologico e per temporali per Gargano e Tremiti, Tavoliere e bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, penisola salentina, bacini del Lato e del Lenne, Sub-Appennino Dauno, e Basso Fortore e un’allerta gialla, sempre per rischio idrogeologico e per temporali sulle restanti zone, dalle 14 di oggi, 27 settembre 2020 e per le successive dieci ore.

Una seconda allerta, ma gialla, e sempre per rischio piogge su tutto il territorio regionale, scatterà invece da mezzanotte di domani, 28 settembre e sarà valido per le successive 20 ore. L’allerta arancione per il vento, invece, durerà fino alle 20 di lunedì 28 settembre.

E che il vento sia un problema serio, lo si capisce dai primi danni. A Lecce, in via Bacile, proprio a ridosso di piazza Mazzini, si è infranto il vetro un’imposta all’ultimo piano di un palazzo. Questo, dopo una raffica di vento che l’ha schiantata con violenza sul muro. I cristalli si sono così sparsi sul marciapiede e sull’asfalto. E per fortuna non ci sono stati feriti. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, con l’autoscala, e agenti di polizia locale, che hanno chiuso per circa un’ora il tratto fra via Bacile e via Nazario Sauro per consentire l’intervento di messa in sicurezza.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Burrasca, mare mosso e rischio di temporali, scatta l'allerta arancione

LeccePrima è in caricamento