Nardò, donati 1000 euro e 500 mascherine per le forze dell’ordine

L’associazione Dimore storiche neretine ha donato la somma di denaro all’Asl Lecce e distribuito dpi a poliziotti, carabinieri e vigili

NARDO’- Anche l’associazione Dimore Storiche Neretine fornisce il suo contributo di solidarietà all’emergenza. Attraverso una raccolta fondi, nei giorni scorsi, è stata messa da parte la somma di mille euro che verrà “girata” ad Asl Lecce. I soci, inoltre, sono riusciti a reperire 500 mascherine che hanno distribuito a chi è in prima linea in queste giornate cruciali. In particolare, 150 sono state consegnate agli operatori della mensa di comunità della Caritas della diocesi Nardò-Gallipoli, che sin dall’inizio della fase di restrizioni e limiti alla mobilità hanno messo in piedi un efficace servizio di consegna pasti a domicilio. Altre 150 mascherine sono state consegnate agli Scout Cngei di Nardò, un gruppo di volontari in “trincea” con il servizio di consegna della spesa dell’iniziativa Spesa per Bene. Infine, altre 200 sono state consegnate nelle mani del sindaco Pippi Mellone che le distribuirà alle forze dell’ordine (polizia, carabinieri, polizia penitenziaria, polizia locale).

Gabriele Pellegrino-2“Ringrazio i soci, il presidente Gabriele Pellegrino e il direttivo dell’associazione - dice il sindaco Pippi Mellone - sempre molto attenti a tutto quello che succede in città. Anche stavolta hanno dato una prova di grande sensibilità, fornendo un prezioso contributo a quella che è una causa comune”.

“Il nostro - spiega il presidente dell’associazione Gabriele Pellegrino - è un piccolo contributo, un segno di solidarietà e di vicinanza a persone che svolgono un ruolo importantissimo, ancor più in questo periodo. L’augurio di tutti ovviamente è che di queste iniziative presto non ci sia più bisogno e che l’emergenza diventi solo un brutto ricordo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'associazione Dimore storiche

L’associazione Dimore storiche neretine riunisce i proprietari di antichi palazzi e di residenze di pregio della città con l’obiettivo di tutelare e valorizzare un patrimonio architettonico pubblico e privato di grande valore e fondamentalmente poco conosciuto. Da anni è molto attiva in campo culturale e sociale e in primavera organizza “Corti aperte”, una iniziativa con la quale questi pregiati immobili aprono le proprie corti per una giornata speciale all’insegna della bellezza dei luoghi. Un evento che richiama tantissimi visitatori da tutta la Puglia e che è uno dei fiori all’occhiello dell’offerta turistica e culturale (anche nella direzione della destagionalizzazione) della città di Nardò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento