menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunale, attesa per i tamponi molecolari. In arrivo quattro ispettori da Roma

L'Ordine degli Avvocati ha sollecitato il rigido rispetto delle regole anti Covid e la sospensione delle udienze penali per una settimana dopo la notizia di 18 esiti positivi tra magistrati e dipendenti

LECCE - Si resta in attesa dell'esito dei 18 tamponi molecolari cui si sono sottoposti tre magistrati e 15 dipendenti in servizio presso l'ufficio del giudice per le indagini preliminari, che ieri erano risultati positivi al test rapido antigenico.

La notizia ha destato preoccupazione: il consiglio dell'Ordine degli avvocati di Lecce, riunito in seduta straordinaria, ha chiesto ai responsabili di tutti gli uffici giudiziari e ai magistrati della Corte di appello e del Tribunale di rinviare tutte le udienze penali fissate per la settimana in corso al fine di consentire un adeguato tracciamento dei contatti degli eventuali casi di contagio. 

L'organismo di rappresentanza dei legali, ritenendo insufficiente il provvedimento specifico disposto già ieri (interdizione di quell'ufficio all'utenza), ha, inoltre, solleciato la sanificazione dell'intero palazzo di giustizia che ha sede in viale De Pietro, ma anche il rigoroso rispetto delle regole di prevenzione, come l'utilizzo della mascherina, del gel per le mani, e il distanziamento. 

Infine, il consiglio dell'Ordine ha incalzato per "una puntuale applicazione dei protocolli di udienza", nel tentativo di scongiurare quegli assembramenti che molti avvocati hanno lamentanto nei giorni scorsi: nonostante siano previsti il numero di processi da tenere in ciascuna fascia oraria e la durata massima per ogni udienza, è stata segnalata la pratica di convocare all'inizio di una fascia tutte le parti interessate, le quali sono poi costrette a ripresentarsi una volta comunicato l'orario di trattazione di ciascun singolo caso. 

In arrivo quattro ispettori del ministero

Si tratta di questione rilevanti nella quotidianità dei palazzi di giustizia, tanto che è notizia fresca l'invio da parte del ministero di un gruppo di quattro ispettori che da domani, mercoledì, fino a venerdì, faranno delle verifiche sul rispetto dei protocolli anti Covid (dall'uso dei dispositivi di protezione alla gestione delle udienze, passando per le modalità di accesso alle sedi): uno presidierà il palazzo di via Brenta (giustizia civile), gli altri quello di viale De Pietro dove hanno sede la procura della Repubblica e il tribunale penale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento