Martedì, 18 Maggio 2021
Attualità

Ordinanza balneare 2021: in Puglia l’estate "comincia" il 15 maggio

Il vicepresidente della Regione e assessore al Demanio marittimo annuncia 500 mila euro ai Comuni costieri per la sicurezza delle spiagge libere

Foto di archivio.

LECCE  - Questioni di pochi giorni. Via alla stagione balneare anche nel Salento, come nel resto della Puglia: in spiaggia da  sabato 15 maggio. Lo ha stabilito nel pomeriggio di oggi il vicepresidente della Regione e assessore al Demanio marittimo, accogliendo la proposta emersa durante il confronto sull’ordinanza balneare per il 2021. Raffaele Piemontese ha inoltre annunciato l’arrivo di 500mila euro ai comuni costieri da investire sulla sicurezza delle spiagge libere, come proposto dal presidente dell’Anci Puglia, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani,  Domenico Vitto.

Di concerto con la normativa nazionale e sulla scorta di quello che sarà l’andamento pandemico, l’estate balneare potrà dunque prendere il via davvero a stretto giro. Al confronto in streaming hanno preso parte anche Arpa Puglia, sindaci, organizzazioni di categoria dei balneari, associazioni di disabili e ambientalisti. Nel corso dell’incontro Piemontese ha anche preannunciato, per la prossima settimana, la riapertura dell’avviso pubblico che finanzia le amministrazioni pugliesi costiere con contributi fino 20mila euro per interventi per l’accesso dei cittadini disabili alle spiagge libere.

 L’obiettivo è quello di prevedere passerelle per coloro affetti da disagi motori, servizi igienici con spogliatoi e docce accessibili, pavimentazione o corrimano tattile per il raggiungimento della battigia, segnaletica e mappe specifiche.  Tra le novità per l'anno in corso vi sarà anche un QRcode, stampato su totem e visibile nei pressi delle spiagge libere e in concessione: consentirà di poter consultare dai propri smartphone la normativa regionale in vigore su tutti gli aspetti che riguardano la vita al mare.WhatsApp Image 2021-04-29 at 18.21.34-2

“Auspichiamo che anticipare l’apertura delle spiagge possa intercettare flussi di turisti tedeschi che nelle festività della Pentecoste, tradizionalmente scelgono la Puglia ed il Salento per le prima tintarella d’estate”, dichiara Mauro Della Valle, presidente della Federazione imprese demaniali. “Auspichiamo che i sindaci dei comuni costieri, si impegnino a vigilare maggiormente e controllare il rispetto delle regole anti Covid sulle spiagge libere e non vanifichino le attenzioni ed i numerosi sacrifici degli imprenditori balneari, questo  affinché si possa trascorrere un’estate che cancelli i momenti più bui per l’umanità”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza balneare 2021: in Puglia l’estate "comincia" il 15 maggio

LeccePrima è in caricamento