Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Covid, incidenza al ribasso. E la ritirata dell'epidemia libera anche gli ospedali

Tutti i dati vanno nella direzione della "zona bianca", scenario atteso per la metà di giugno. I nuovi casi di Covid sono stati 391 in sette giorni, le dosi di vaccino somministrate oltre 35mila

Un reparto del Dea di Lecce (foto di archivio).

LECCE - Il dato che, tra i tanti del consueto report settimanale di Asl Lecce*, fotografa meglio il netto miglioramento della situazione epidemiologica è, probabilmente, il numero dei casi attuali di Covid, ridottosi a 1.417 con una riduzione di 821 in sette giorni grazie alle 1.171 guarigioni (per guarito si intende ) e alle 391 nuove diagnosi su circa 3.200 singoli casi testati. Si fanno meno tamponi, dunque, ma perché sono diminuiti i casi e dunque si è ridimensionata anche l'attività di tracciamento e di "inseguimento" delle catene di contagio.

Ve ne sono altre, va da sé, di buone notizie: la principale è la "liberazione" dei reparti Covid dove i pazienti risultano oggi 134 mentre una settimana addietro erano 187. L'alleggerimento del carico sanitario, come si sa, non segue immediatamente la riduzione dei contagi, ragion per cui i numeri del report questa volta consolidano i progressi intravisti nelle scorse settimane. Importante, come indicatore che va nella stessa direzione, il netto calo del numero degli accessi con ricovero, pari a 26 negli ultimi sette giorni (50 erano stati nei sette precedenti).

Da rimarcare sempre il buon andamento della campagna vaccinale, sebbene rispetto alla settimana precedente siano state somministrate circa 10mila dosi in meno a causa di qualche rallentamento nelle forniture. Sono stati comunque oltre 35mila i cittadini passati dagli hub o vaccinati dai medici di base, per un totale di 277.609 abitanti (quasi il 36 percento percento della popolazione residente) che hanno ricevuto la prima dose. Coloro che hanno completato il ciclo, con la seconda dose o il monodose, sono invece 146.864, pari a circa il 19 percento. 

Un dato, quello dei decessi, merita, invece, una precisazione: sono nove quelli avvenuti in ospedale ma nel computo totale l'incremento è stato di 41 perché sono state registrate morti verificatesi nelle settimane e nei mesi precedenti, non ancora "ufficializzate". 

Aumenta considerevolmente il numero dei comuni che al momento non registrano casi di Covid: sono Bagnolo del Salento, Botrugno, Castri di Lecce, Castrignano de' Greci, Diso, Giuggianello, Melpignano, Minervino di Lecce, Morciano di Leuca, Nociglia, Palmariggi, Patù, Poggiardo, San Pietro in Lama, Santa Cesarea Terme, Sogliano Cavour, Surano, Tiggiano, Uggiano La Chiesa, San Cassiano, Castro. Si tratta, naturalmente, di quelli più piccoli, ma la "ritirata" dell'epidemia si nota anche dai modesti incrementi di nuovi casi nei centri più popolosi: a Lecce ne sono stati registrati 34, a Nardò 36, a Gallipoli 8, a Galatina 9.

Resta di un certo peso il dato di Galatone, con 35 nuovi casi che, evidentemente, si inseriscono nella scia del focolaio che aveva dato diverse preoccupazioni, ma la situazione è sotto controllo. Complessivamente in provincia di Lecce ci sono 1,8 casi ogni mille abitanti (2,8 la scorsa settimana) e una incidenza di 49,4 nuovi casi ogni 100mila abitanti in sette giorni (79,9 la scorsa settimana). Un numero, quest'ultimo, che avvicina il Salento al traguardo della "zona bianca" che per tutta la Puglia potrebbe essere annunciato dal ministero della Salute già oggi, ma a partire da metà giugno.

Qui il report Asl Lecce 28 maggio 2021 (se utilizzate lo smartphone il download è possibile accedendo a Lecceprima da motore di ricerca e non dall'app).

*Il report di Asl Lecce è a cura di Fabrizio Quarta, direttore dell'Unità operativa complessa di Epidemiologia e Statistica, con la collaborazione di Angela Metallo e l'elaborazione dati di Carlo Indino. Del gruppo di lavoro fanno parte Valeria Gerardi, Ornella Guida e Donato Rollo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, incidenza al ribasso. E la ritirata dell'epidemia libera anche gli ospedali

LeccePrima è in caricamento