menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Scardia, Rollo e Sergio.

Da sinistra Scardia, Rollo e Sergio.

Tempo indeterminato per 53 tra operatori e autisti del 118: firmato il contratto

Dal primo febbraio nell'organico di Sanitaservice. L'obiettivo nel medio periodo è l'ingresso di 300 unità lavorative per una spesa di 11 milioni di euro

LECCE – Sono stati firmati oggi i contratti di lavoro a tempo indeterminato per 53 tra operatori e autisti soccorritori del servizio di Emergenza-Urgenza Sanitaria 118 che dal primo febbraio saranno nell'organico di Sanitaservice, società a capitale pubblico di Asl Lecce.

“Siamo nella fase due dell'organizzazione del servizio del 118 – ha dichiarato il direttore generale di Asl Lecce, Rodolfo Rollo -. Il 2020 ci ha fatto capire che avere un'unica cabina di regia delle funzioni di un servizio così strategico è assolutamente necessario”.

La firma è stata apposta alla presenza del direttore del Seus 118, Maurizio Scardia, e dell’amministratore unico di Sanitaservice, Luigino Sergio: “Esprimo soddisfazione per la fiducia che il direttore generale della Asl ripone in Sanitaservice – ha commentato quest’ultimo - grazie alla quale la società cresce sempre di più e migliora la qualità dei servizi offerti puntando sulla formazione continua del personale e sullo spirito di squadra che è necessario al buon funzionamento della società”.

Quello di oggi è un passo di un percorso complessivo che prevede, a regime, l’assunzione di 300 unità lavorative per una spesa stimata di undici milioni di euro l’anno. Entro la fine del 2021, oltre all'avvenuta internalizzazione dei lavoratori delle società che operavano nelle postazioni di emergenza-urgenza di Casarano, Gallipoli, Scorrano, Ugento e Otranto, si punta a passare all’internazionalizzazione del servizio svolto finora dalle associazioni di volontariato operanti nell’ambito dell’azienda sanitaria.

Per Scardia i vantaggi dell’operazione sancita formalmente oggi sono anche relativi all’efficienza del servizio oltre che di tipo economico: “Questo evento rafforza il senso di appartenenza verso Sanitaservice e verso l'intera comunità spesso composta da soggetti fragili. Inoltre il rispetto di linee guida e di protocolli e il necessario aggiornamento formativo rendono il servizio di emergenza efficiente e al passo con i tempi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento