Economia

Al Salvemini si insegna a creare una start up

“A lezione di app” è il titolo del progetto Meet No Neet che si è svolto mercoledi scorso presso l’istituto tecnico di Alessano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

“A lezione di app” è il titolo del progetto Meet No Neet che si è svolto mercoledi scorso presso l’istituto tecnico di Alessano con Innocenzo Sansone  della “Microsoft Student Partners Lead & Regional Directror”.

Sono 45 gli alunni dell’istituto che, seguiti dal professor Salvatore Mancarella, hanno aderito con entusiasmo al percorso formativo sulla creazione e realizzazione di una Start-UP.

In particolare i ragazzi stanno sviluppando un Business Plan per la realizzazione di un’idea innovativa in campo sociale, con l'obiettivo di creare una Start-Up.

Una volta acquisiti gli strumenti concettuali e operativi per l’elaborazione di progetti di innovazione sociale, i giovani si cimentano nell’elaborazione di idee imprenditoriali da finanziare attraverso la piattaforma di crowdfunding phyrtual.org, entrando così in contatto con la community di donatori. 

Durante l'incontro sono stati trattati e presentati gli strumenti innovati per la creazione di  un’APP e di un video gioco.

In tutta Italia sono circa 10.000 i giovani tra i 16 e i 24 anni coinvolti nel progetto MEET NO NEET, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Microsoft nell’ambito del programma Microsoft YouthSpark. Si tratta di una formazione tecnologica, sociale e imprenditoriale che mira a  permettere a ragazzi e ragazze di accedere più facilmente al mondo del lavoro e acquisire le competenze utili per vivere e lavorare nel mondo attuale. Il progetto MEET NO NEET, prendendo in esame che la quota di giovani tra i 15 e i 29 anni fuori dal processo formativo e produttivo è in costante aumento, cerca di fornire loro strumenti innovativi e competenze necessarie per entrare nel mondo del lavoro attraverso un processo di innovazione a tutto campo: dalla formazione esperienziale al project management passando per l’auto imprenditorialità.

Del resto lo sviluppo sociale ed economico del Paese passa attraverso il sostegno dei giovani nell’elaborazione di idee, nella realizzazione dei loro progetti di impresa e nell’accesso al mondo del lavoro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Salvemini si insegna a creare una start up

LeccePrima è in caricamento